Politiche comunali cletesi
Politiche comunali cletesi

Il sindaco di Cleto fa la l’ennesima brutta figura in Consiglio comunale facendo la parte del dozzinale bulletto di quartiere

Sul consiglio comunale di Cleto che si è svolto ieri è emersa la conferma di un atteggiamento che qualifica il sindaco di Cleto ovvero che …

STRADA PIANTA, NEL COMUNE DI CLETO, DISASTRATA A CAUSA DELL’INCURIA DETERMINATA DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE.

Da ieri, dopo aver pubblicato un post qui su Facebook, diverse decine di persone mi hanno chiesto perché ce l’ho con il sindaco di Cleto e di vedere un po’ più nel dettaglio la situazione della strada comunale che porta a casa mia. Vi accontento, perché sebbene io sia imbarazzato nell’invitare persone a venire a trovarmi per via delle condizioni disastrose della strada, in realtà la vergogna è tutta del sindaco e dell’amministrazione comunale. Buona visione.

In evidenza

Tutte le mie iniziative sulla politica Cletese

Qui trovi, in ordine cronologico – clicca sul titolo per vedere i contenuti – tutte le iniziative di Marco Marchese circa la politica Cletese.

30 dicembre 2023 – Il Sindaco di Cleto: mentitore affermato in Consiglio comunale; la Presidente del Consiglio comunale di Cleto: una emerita incompetente nelle sue funzioni.


15 novembre 2023 – A Cleto tutto a posto, coperti e allineati !
Solo che il peggiore scenario previsto 2 anni fa, detto ridetto e avvisati, si sta concretizzando. Ma fa niente, IO, e ribadisco, IO, sono solo un cane rognoso che abbaia alla luna, attraverso dirette Facebook sconclusionate !
UN CANE ROGNOSO, TUTTO QUI !



22/09/2023 – Con Giuseppe Filice tutte le informazioni a nostra disposizione sulla potabilità dell’acqua a Cleto

Diretta sulla politica Cletese, insieme a Giuseppe Filice, sulla portabilità dell’acqua presso il centro storico del capoluogo del Comune di Cleto.


19/09/2023 – Nei tubi dell’acquedotto di Cleto scorre acqua alla merda da 1 mese e niente si sa da parte del Comune se e quando questo problema sarà risolto

Dalle poche informazioni che ha potuto raccogliere Giuseppe Filice presso il Comune di Cleto circa l’inquinante che rende NON POTABILE l’acqua, almeno nel centro storico di Cleto (vedi anche il video del 17 settembre scorrendo sotto), si tratta di questo batterio: Enterococchi. Null’altro di ufficiale trapela dalla casa comunale, né sappiano cosa hanno fatto per ovviare al problema che ricordiamo è sorto dopo che l’ASL lo ha comunicato in Municipio giorno 11 agosto. In pratica, nelle tubature dell’acquedotto scorre acqua con la merda e niente si sa su come e quando questo problema sarà risolto e meno che mai in che stato sono le altre zone e se la popolazione può stare tranquilla.
Andiamo avanti di questo passo che stiamo andando “bene” …

enterococcus-faecalis

17/09/2023 – Ci poniamo molte domande circa la potabilità dell’acqua (ancora non potabile) nel centro storico del capoluogo di Cleto, da un mese esatto a questa parte.

Nella diretta sulla politica Cletese di questa sera: ma l’acqua a Cleto è potabile o no? L’inquinante è chimico o biologico? Non è che si tratta di legionella??? Sindaco Bossio, quando ce le dai queste risposte???


09/09/2023 – Il contributo di Marco Marchese e Giuseppe Filice per la buona riuscita della decima edizione del Cleto Festival 2023

In questo video Giuseppe Filice e Marco Marchese sono lieti di raccontare il contributo fornito per la buona riuscita della decima edizione del Cleto Festival che si è tenuta fra il 18 e il 20 agosto scorso a Cleto. Buona visione.


08/09/2023 – Ripristinata una parziale praticabilità del campo di calcio comunale di Cleto, grazie all’intervento forte mio e di Giuseppe Filice.

Diretta sulla politica Cletese: piano piano i risultati arrivano, ripristinata la praticabilità del campo di calcio di Cleto; grazie all’azione piuttosto forte mia e di Giuseppe Filice. È una gioia vedere così tante persone giocare nuovamente su questo campo e altrettante seguire le partite di questo torneo di fine estate. Restano ancora numerose criticità in questo impianto che confidiamo siano risolte al più presto.


01/09/2023 – Bando in arrivo per aziende agricole e singolare senso di comunità da parte dell’amministrazione comunale di Cleto

Diretta sulla politica Cletese su: bando in arrivo per aziende agricole e altre cose e lo strano e singolare senso di comunità da parte dell’amministrazione comunale di Cleto.


30/08/2023 – interrogazione all’Assessora Santoro sulle sue assenze da 8 mesi alle riunioni di Giunta Municipale e altre comunicazioni

La diretta di questa sera sulla politica Cletese parla della lettera e dell’interrogazione presentata per avere chiarimenti sulle assenze alle riunioni di Giunta dell’assessore Veronica Santoro, della mozione che sarà discussa in consiglio comunale sul campo sportivo di Cleto, l’annuncio ufficiale sulle iniziative che intraprenderò sul piano comunale per lo smaltimento dell’amianto e l’annuncio su un’azione ultimativa, una chiosa finale, sul Cleto Festival, spente le luci su questa pregevole iniziativa culturale. Buona visione.


28/08/2023 – Perché da 8 mesi l’Assessora Veronica Santoro diserta le riunione di Giunta Comunale qui a Cleto? Ci sono problemi politici, eccome!

Diretta sulla politica Cletese. Novità sulle assenze dell’Assessora Veronica Santoro alle riunioni di Giunta Municipale, il problema politico c’è eccome!


27/08/2023 – Ulteriori strumenti per tenersi informati sulla politica Cletese e tante altre cose varie

Diretta per darvi strumenti in più per tenersi informati sulla politica Cletese, gita domenica 1 ottobre, il programmometro, il sito www.gentedicleto.it , l’iscrizione all’AIDO e altre piccole cose.


26/08/2023 – Diretta su casa famiglia, spazzatura per le strade, qualità dei lavori stradali e teppistelli che mettono a rischio se stessi e le fragili mura antiche del castello di Savuto; con due ospiti, stasera.

Diretta sulla politica Cletese con due ospiti che hanno qualcosa da dire (casa famiglia di Cleto, spazzatura, qualità dei lavori di ristrutturazione delle strade di questi giorni) e per parlare dei teppistelli che si arrampicano sui muri del castello di Savuto per una foto, a rischio loro e di questo fragile bene antico da tutelare.


25/08/2023 – Beccati a fare qualcosa di buono e risposta alla domanda su quali sono le mie intenzioni rispetto alla mia attività politica qui a Cleto

Diretta su politica Cletese: ho beccato l’amministrazione a fare una piccolissima cosa che mi è piaciuta! Poi risponderò a questa domanda che mi è stata posta: Marco, ma dove vuoi arrivare con questa tua attività politica?


24/08/2023 – Con Giuseppe Filice sull’acqua non potabile a Cleto e i ritardi nelle comunicazioni da parte dell’amministrazione comunale.

Diretta sulla politica cletese con Giuseppe Filice si parla del problema dell’acqua non potabile comunicato alla popolazione di una zona di Cleto con una settimana di ritardo da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Armando Bossio.


23/08/2023 – Stima per Giovanni Caputo, del quale sottoscrivo parola per parola su quanto espresso come opinione sull’andamento dell’amministrazione comunale

Diretta improvvisa, ma non improvvisata, tanta stima per Giovanni Caputo che anche lui, dopo Rosario Bernardo e Alessandro Mazzuca, hanno avuto il coraggio di esporsi e raccontare pubblicamente la loro opinione sull’amministrazione comunale di Cleto, guidata dal sindaco Armando Bossio.


22/08/2023 – IL VERO VOLTO POLITICO DI ARMANDO BOSSIO, SINDACO DI CLETO, CHE NON GLI IMPORTA NIENTE DEGLI ANZIANO CLETESI

Nella diretta di oggi scopriremo il vero volto politico del sindaco di Cleto Armando Bossio, totalmente, completamente insensibile verso le fasce più deboli del tessuto sociale cletese, ovvero gli anziani. Una vergogna indicibile, basterebbe solo questo, in un paese serio, per dimettersi.


21/08/2023 – Acqua non potabile e di parcheggio abusivo, l’amministrazione comunale di Cleto: di male in peggio.

Diretta sulla politica Cletese, facendo l’impossibile per esserci. Si parla dei due pesi e due misure dei nuovi feudatari al governo del Comune, di acqua non potabile e di parcheggio abusivo con l’assenso del Sindaco perché non poteva non sapere.


20/08/2023 – DENUNCIATA l’amministrazione comunale di Cleto all’ANAC autorità anticorruzione

Diretta sulla politica Cletese, DENUNCIATA l’amministrazione comunale all’ANAC autorità anticorruzione, sugli obblighi della trasparenza.


19/08/2023 – Salvaguardia della vita umana, attraverso la manutenzione del campo sportivo, presentata una mozione che sarà discussa in Consiglio comunale.

Diretta sulla politica Cletese: presentata una mozione che sarà discussa in Consiglio comunale sulla salvaguardia della vita umana, redatta da Marco Marchese, condivisa e presentata dal Consigliere comunale Giuseppe Filice.

Mitt.
Giuseppe Filice
Consigliere comunale Gruppo Insieme per Cleto
Comune di Cleto (CS)
Pec: avv.filice@pec.giuffre.it

Alla c.a. della Presidente del Consiglio comunale
Briglio Nigro Maria
Comune di Cleto (CS)
Pec: presidentedelconsiglio.cleto@asmepec.it

E p.c. al Sindaco del Comune di Cleto
Armando Bossio
Comune di Cleto
Pec: sindaco.cleto@asmepec.it

Cleto, il 19/08/2023

Oggetto: presentazione mozione ai sensi dell’articolo 24 comma 7 e 8 del regolamento del Consiglio comunale del Comune di Cleto, circa la manutenzione del campo sportivo comunale, area utile e necessaria per garantire l’atterraggio dell’elisoccorso, quale punto di raccolta dei cittadini in caso di grave calamità naturale ove attrezzare quanto necessario per prestare un primo soccorso, rendere operativo il bene comunale per le finalità alle quali è destinato ovvero la pratica di sport vari.

Il sottoscritto Giuseppe Filice, nella sua qualità di Consigliere Comunale, premesso che:

1 – il campo sportivo comunale versa in cattive condizioni di manutenzione ordinaria, i quadri elettrici sono aperti ed esposti a manovrabilità da parte di non addetti ai lavori, gli spogliatoi versano in stato di abbandono e sono infestati dai topi e con le porte aperte e i locali esposti a furti e vandalismo;

2 – il campo sportivo di proprietà comunale rappresenta un’area ove è possibile l’atterraggio dell’elisoccorso in caso di grave emergenza di natura sanitaria, così come avvenuto in passato, ma necessita di una corretta e corrente manutenzione nel tempo, affinché non proliferi la vegetazione al punto da rendere impossibile l’atterraggio dell’elisoccorso e l’avvicinamento al velivolo di persone necessitanti di urgente trasporto in ospedale;

3 – il campo sportivo di proprietà comunale può rappresentare un’area di raccolta dei cittadini in caso di grave calamità naturale ove poter attrezzare le strutture di emergenza atte a prestare un primo soccorso in caso di terremoto, alluvione, frana, ecc.;

4 – il campo sportivo di proprietà comunale necessita dell’ordinaria e costante manutenzione al fine di poter essere fruito dalla cittadinanza per lo scopo al quale è adibito ovvero la pratica di sport vari;

CHIEDE

di presentare la seguente mozione da discutere nel corso della prossima seduta del Consiglio comunale di Cleto, previa le opportune istruttorie in capo alla presidenza del Consiglio comunale, del Segretario comunale e degli eventuali uffici interessati, con la seguente risoluzione da porre all’esame e all’approvazione del Consiglio comunale:

RISOLUZIONE

Il Consiglio Comunale del Comune di Cleto (CS), nell’ambito dei poteri di indirizzo politico e amministrativo ad esso conferito dal DECRETO LEGISLATIVO 18 agosto 2000, n. 267 – Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali;

Visto: lo Statuto del Comune di Cleto e il Regolamento del Consiglio comunale del Comune di Cleto;

Preso atto dell’istruttoria a cura di…;

In considerazione che

1 – il campo sportivo comunale versa in cattive condizioni di manutenzione ordinaria, i quadri elettrici sono aperti ed esposti a manovrabilità da parte di non addetti ai lavori, gli spogliatoi versano in stato di abbandono e sono infestati dai topi e con le porte aperte e i locali esposti a furti e vandalismo;

2 – il campo sportivo di proprietà comunale rappresenta un’area ove è possibile l’atterraggio dell’elisoccorso in caso di grave emergenza di natura sanitaria, così come avvenuto in passato, ma necessita di una corretta e corrente manutenzione nel tempo, affinché non proliferi la vegetazione al punto da rendere impossibile l’atterraggio dell’elisoccorso e l’avvicinamento al velivolo di persone necessitanti di urgente trasporto in ospedale;

3 – il campo sportivo di proprietà comunale può rappresentare un’area di raccolta dei cittadini in caso di grave calamità naturale ove poter attrezzare le strutture di emergenza atte a prestare un primo soccorso in caso di terremoto, alluvione, frana, ecc.;

4 – il campo sportivo di proprietà comunale necessita dell’ordinaria e costante manutenzione al fine di poter essere fruito dalla cittadinanza per lo scopo al quale è adibito ovvero la pratica di sport vari;

INVITA LA GIUNTA COMUNALE A DARE ESECUZIONE AL SEGUENTE INDIRIZZO:

a provvedere nel più breve tempo possibile alla manutenzione ordinaria del campo sportivo di proprietà comunale attraverso una puntuale programmazione annuale con l’obiettivo di rendere la superficie del campo adatta a:

1) l’atterraggio dell’elisoccorso in caso di grave emergenza sanitaria e la possibilità di raggiungere agevolmente il velivolo;
2) rendere il campo adatto quale area di punto di raccolta della popolazione in caso di grave calamità naturale al fine di prestare un primo soccorso;
3) manutenere l’accesso al campo di calcio in modo da poter essere agevolmente percorso da mezzi di soccorso almeno di medie dimensioni e mantenere il cancello d’ingresso sempre aperto e in sicurezza;
4) rendere il campo pienamente fruibile per gli scopi ad esso adibito, ovvero la pratica di sport vari;
5) redigere entro 60 giorni un regolamento puntuale al fine di disciplinare l’uso del campo sportivo per la pratica di sport vari compatibili con l’impianto da parte di richiedenti singoli, associazioni nell’ambito comunale ed extra comunale, squadre sportive comunali ed extra comunali, usi diversi da quelli strettamente collegati allo sport ma compatibili con l’impianto;
6) provvedere alla derattizzazione, disinfestazione e sanificazione dei locali spogliatoio, il loro ripristino e custodia, la messa in sicurezza dei quadri elettrici esterni, la sostituzione dei bagni “alla turca” con idonei sanitari che impediscano l’infestazione di roditori e insetti;
7) di affidare la vigilanza sulla manutenzione ordinaria, tempo per tempo necessaria, a personale comunale o in alternativa ad apposito Consigliere comunale delegato, che vigilerà anche su eventuali necessità di manutenzioni straordinarie e sull’applicazione del regolamento sull’uso dell’impianto dopo la presentazione e approvazione di questo Consiglio.

Cordiali saluti

Giuseppe Filice


18/08/2023 – Sui lavori infiniti al castello di Cleto centro storico del capoluogo e alcune altre cose sul Cleto Festival

Nuova diretta sulla politica Cletese, si parlerà dei lavori infiniti del castello del centro storico del capoluogo, che sarebbe ora riaprisse al pubblico, di Cleto Festival e di un annuncio importante per la diretta di domani. Buona visione.


17/08/2023 – Nuova messa in mora per il Sindaco Armando Bossio sulla legge sulla trasparenza

Diretta sulla politica Cletese, nuova messa in mora per il Sindaco di Cleto, sulla trasparenza, di cui il DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013, n. 33 e altre cose altrettanto importanti come una bella risposta alla Signora Franca Posteraro che a fronte della sua scomodità rispetto alla mia attività politica, candidamente in modo mafiogeno, ha pensato bene di invitarmi ad andarmene da Cleto.


16/08/2023 – Nuova messa in mora per il Sindaco di Cleto, Armando Bossio, ancora una volta sulla sicurezza dei cittadini.

Nuova diretta sulla politica Cletese, argomento molto molto importante: i piani comunali di protezione civile. La sicurezza prima di tutto.


14/08/2023 – Nuova messa in mora del Sindaco di Cleto sul muro pericolante locali ex ASL che costituiscono un grave pericolo per l’incolumità delle persone

La diretta di stasera sulla politica cletese annuncia la nuova messa in mora al sindaco di Cleto sul muro pericolante lungo la strada comunale zona locali ex ASL. La sicurezza prima di tutto.


13/08/2023 – Sto per chiedere al Prefetto di Cosenza di legalizzare lo svolgimento del Consiglio comunale di Cleto

Nela diretta di questa sera parleremo della legalizzazione dei lavori del Consiglio comunale di Cleto secondo regolamento del consiglio comunale è in base allo statuto comunale e altre cose attinenti.


12/08/2023 – Piccoli passi verso la piena legalità si muovono a Cleto

Diretta per parlare dei piccoli passi che si muovono nel processo di legalizzazione delle cose amministrative e politiche che non vanno a Cleto.


11/08/2023 – La mia proposta per il rilancio del castello di Savuto, che potrebbe arrivare in Consiglio comunale qui a Cleto

Le mie proposte per il rilancio del Castello di Savuto, volte a mettergli basi solide da subito e per andare avanti autonomamente e nel tempo. Buona visione.


09/08/2023 – Continua la sottile disinformazione e manipolazione dei fatti da parte dell’amministrazione comunale di Cleto, anche sul fallimentare marketing territoriale per il rilancio del castello di Savuto

La diretta di questa sera sulla politica Cletese riguarda questo argomento: la disinformazione e la manipolazione dei fatti da parte dell’amministrazione comunale di Cleto che avviene quotidianamente e il fallimentare marketing territoriale per il rilancio del castello di Savuto, già denunciato per la stagione estiva del 2022 e che continua in questo anno 2023.


08/08/2023 – Consueta diretta sulla politica Cletese su: le minacce e la dietrologia del Sindaco di Cleto e un punto fermo e ultimativo sul campo sportivo comunale

Buona visione.


07/08/2023 – Consiglio comunale, viva rappresentazione della capacità manipolatoria del Sindaco di Cleto, in salsa bugiarda.

La diretta di questa sera è centrata su una prima valutazione a caldo del consiglio comunale che si è celebrato questo pomeriggio. Preliminarmente possiamo dire che già a distanza di un’ora il sindaco è stato già sbugiardato sonoramente.


06/08/2023 TER – VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA, ECCO LO STATO DI ABBANDONO IN CUI L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CLETO MANTIENEIL CAMPO SPORTIVO COMUNALE

Ecco la messa in mora inviata via PEC al Sindaco. Non è necessario aggiungere altro, foto e testo della raccomandata inviata a mezzo PEC sono eloquenti. VERGOGNA !

******

Egregio Sindaco di Cleto (CS)

Dott. Armando Bossio

Sede Municipale

87030 Cleto (CS)

Pec: sindaco.cleto@asmepec.it

Comune di Cleto (CS)

UFFICIO PROTOCOLLO

sede Municipale

87030 Cleto (CS)

Pec: amministrativa.cleto@asmepec.it

e p.c.

Consigliere Comunale

Mattia Bernardo

sede Municipale

87030 Cleto (CS)

Pec: amministrativa.cleto@asmepec.it

e p.c.

Avv. Giuseppe Filice

Capogruppo in Consiglio comunale “Insieme per Cleto”

Pec: avv.filice@pec.giuffre.it

Oggetto: stato di abbandono campo di calcio comunale e relativi attigui spogliatoi.

Egregio Signor Sindaco Armando Bossio,

nella mia qualità di cittadino del Comune di Cleto

PREMESSO CHE

– in data odierna 6 agosto 2023 ho potuto constatare il totale abbandono del bene comunale consistente nel campo di calcio;

– gli spogliatoi attigui al campo di calcio sono completamente aperti e incustoditi, lasciati alla mercé di chiunque;

– all’interno degli spogliatoi vi è uno stato di abbandono totale, sporcizia, spazzatura da smaltire e una evidente infestazione di topi con escrementi degli stessi disseminati in tutti gli ambienti;

– i quadri elettrici esterni attigui agli spogliatori sono completamente aperti e manovrabili da chiunque;

CONSIDERATO CHE

– il bene comunale consistente nel campo di calcio è un bene comunale funzionante, ma non fruibile solo a causa della mancata manutenzione ordinaria da parte dell’amministrazione comunale che Ella rappresenta;

– gli spogliatoi sono completamente esposti ad eventuali malintenzionati che possono in qualsiasi momento rubare qualsiasi cosa e/o vandalizzarne gli interni e il contenuto;

– all’interno degli spogliatoi vi è un gravissimo problema di natura sanitario a causa dell’evidente infestazione di topi;

– la totale apertura dei quadri elettrici che non sono messi in sicurezza potrebbero causare folgorazioni nella malaugurata ipotesi qualcuno vi si avvicini e maldestramente intenda manovrarli;

TUTTO CIO’ PREMESSO SI RICHIEDE CON STREMA URGENZA A PROVVEDERE:

1) all’immediata chiusura delle porte degli spogliatoi in modo da mettere in sicurezza gli ambienti da eventuali furti e/o vandalismi;

2) che venga immediatamente predisposta una derattizzazione degli ambienti adibiti a spogliatoi a causa dell’evidente infestazione di topi;

3) che gli ambienti adibiti a spogliatoio siano sanificati e disinfettati per come si conviene nella situazione in cui versano;

4) che siano immediatamente chiusi e messi in sicurezza i quadri elettrici allo scopo di evitare incidenti che potrebbero risultare anche mortali per la salute umana;

5) che sul campo di calcio sia eseguita una manutenzione atta a rendere la struttura completamente fruibile in tempi immediati;

6) di ritirare la delega allo sport concessa al consigliere comunale Bernardo Mattia per manifesta incapacità e vigilanza sulle strutture sportive comunali.

SI AVVISA LA S.V. CHE

la riterremo direttamente responsabile, civilmente e penalmente, nella malaugurata ipotesi dovessero verificarsi danni a persone e/o cose al bene comunale, in mancanza di un tempestivo intervento per come esposto e richiesto nella narrativa sopra esposta, richiamando anche la sua attenzione sugli eventuali danni erariali in conseguenza di una sua inerzia rispetto alla necessità di un intervento immediato; tenga valido questo avviso sia nel presente che nel futuro, con tutte le conseguenze penali, di responsabilità civile e di eventuale danno erariale che potrebbe comportare un suo mancato intervento.

Si allega cartella compressa contenente n. 22 fotografie scattate questa mattina 06/08/2023 sia sul campo sportivo che negli spogliatoi attigui al campo sportivo comunale.

La presente è resa immediatamente pubblica attraverso post sul social network Facebook a questo indirizzo: https://www.facebook.com/marco.marchese.5602/

Distinti saluti.

Cleto, il 6 agosto 2023

Marco Marchese


06/08/2023 bis – Vergogna a Cleto per l’abbandono totale del bene pubblico comunale campo sportivo e relativi spogliatoi, infestati dai topi e dai loro escrementi

Puntata in edizione straordinaria delle mie dirette sulla politica cletese per raccontarvi di quello che abbiamo trovato negli spogliatoi del campo sportivo comunale questa mattina.


06/08/2023 – Rotto definitivamente il tabù “Cleto Festival e associazione la piazza”: non si chiede altro che trasparenza

Nella diretta di oggi torniamo sul Cleto festival e sull’associazione la piazza che lo gestisce, per rompere definitivamente il tabù attraverso il quale da anni non si può chiedere trasparenza nella gestione del Cleto festival, che si interseca con l’azione amministrativa comunale, in quanto questo viene preso come una lesa maestà, un affronto medievale o un attacco politico.


05/08/2023 – Due parole ultimative sulla chiusura temporanea del castello di Savuto, appena riaperto.

Riportiamo il mondo nella sua posizione naturale, dopo che in questi giorni lo abbiamo visto al rovescio, sulla chiusura temporanea del castello di Savuto, riaperto ieri sera.


05/08/2023 – QUALCHE PAROLA ULTIMATIVA SULLA CHIUSURA TEMPORANEA DEL CASTELLO DI SAVUTO E LA SUA RIAPERTURA

VOGLIO ESSERE CHIARO sulla chiusura temporanea del castello di Savuto, poi ci ritornerò anche in video:

Il Municipio e gli organizzatori del Cleto Festival annunciato che l’edizione di quest’anno si svolgerà presso il castello angioino di Savuto.

Immediatamente, ovvero il 15 luglio, con Giuseppe Filice, abbiamo evidenziato numerose criticità (tante ancora attuali e irrisolte) in particolare quelli legati alla sicurezza del luogo, poiché (facilmente ipotizzabile) è prevista una partecipazione di almeno duemila persone a serata.

I problemi sono stati sollevati in “tempi non sospetti” poiché non è nelle mie intenzioni contrastare la tenuta del Cleto Festival !

Ma responsabilmente, siccome viene prima di tutto la sicurezza, ho avvertito il dovere di porre la questione nell’immediatezza, no ex post, quando (ci auguriamo mai) sia accaduto qualcosa di grave per l’incolumità delle persone ignare dei pericoli.

L’amministrazione è riuscita a porvi rimedio in 2 giorni. OTTIMO!

Questa è la verità DOCUMENTATA dai fatti di cui co-rivendico la paternità. Se il rimedio è stato fatto bene, grazie proprio al mio intervento svolto insieme a Giuseppe Filice, il risultato prodotto è che il castello di Savuto ora è più sicuro per tutte le persone che lo andranno a visitare e per gli eventi che saranno consentiti a svolgersi.

MI AUGURO CHE ANCHE CON LA STESSA SOLERZIA POSSANO ESSERE RISOLTI TUTTI GLI ALTRI PROBLEMI CHE ATTNAGLIANO LA NOSTRA COMUNITA’ CLETESE.

Insulti, insinuazioni, interpretazioni fantasiose, calunnie, derisioni, pressioni verso persone a me vicine… di tutto questo non me ne importa proprio niente. So quello che faccio, dico quello che faccio, faccio quello che dico, lo rendo noto a tutti senza riserva alcuna, piaccia o no, è così. Sono sempre disponibile al confronto (solo quello civile e rispettoso), sono pronto anche a cambiare idea, ma solo entrando nel merito delle questioni e dei fatti, che sono esattamente quelli sopra esposti. LA SICUREZZA VIENE PRIMA DI OGNI COSA, PRIMA DEL DIVERTIMENTO, PRIMA DELL’ECONOMIA, PRIMA DI TUTTO.

Se oggi (ma lo sapremo con certezza dopo aver letto le carte) c’è un castello angioino di Savuto più sicuro, sia chiarissimo a tutte e a tutti, il merito è di Giuseppe Filice e Marco Marchese, che hanno dedicato tempo e lavoro (non vale solo il tempo manuale del lavoro, ma vale anche quello intellettuale) per il raggiungimento di questo risultato. Le fesserie e la lotta politica dell’amministrazione comunale che non vuole essere disturbata da nessuno, nello svolgimento delle sue attività, la compagnia di giro che vi ruota attorno organizzata dal Sindaco per cambiare le carte in tavola, fare il killeraggio a mezzo insulti e calunnie, la lascio a costoro. MI PIACE GUARDARE AL RISULTATO: IL CASTELLO ANGIOINO DI SAVUTO (ne saremo certi solo dopo aver letto le carte e le relazioni dei tecnici) E’ PIU’ SICURO. SONO ORGOGLIOSO DI QUESTO RISULTATO PERCHE’ VI HO CONTRIBUITO ED E’ GRAZIE AL MIO CONTRIBUTO CHE HO DONATO IN MODO DEL TUTTO DISINTERESSATO A QUESTA COMUNITA’ BELLISSIMA, IN CUI HO SCELTO DI VIVERE.

Auguro e tutte e a tutti una buona giornata.

Marco Marchese


04/08/2023 – La fallimentare politica comunale circa la viabilità a Cleto

Fra promesse clamorosamente disattese e la volontà da parte del Sindaco, Armando Bossio, di non assumersi responsabilità, da due anni a questa parte la viabilità resta uno dei problemi più gravi per la comunità Cletese.


04/08/2023 – A DIMOSTRAZIONE CHE NON STIAMO SCHERZANDO:

ecco la messa in mora rivolta al Sindaco di Cleto, Armando Bossio, appena trasmessa via PEC in Municipio, circa la manutenzione delle strade, delle cunette e dei canali di scolo per la regimazione delle acque meteoriche, in previsione dei temporali estivi che presto, volenti o nolenti si manifesteranno, e potrebbero essere anche di forte intensità.

NE HO PARLATO DIFFUSAMENTE NEL VIDEO TRASMESSO IN DIRETTA IERI SERA E CHE POTETE RECUPERARE DAL POST APPENA PRECEDENTE A QUESTO.

Ecco il testo della lettera trasmessa al Sindaco Armando Bossio:

Mitt.
Marco Marchese
Contrada Pianta, snc
87030 Cleto (CS)
Pec: marco.marchese1970@pec.it

Egregio Sindaco di Cleto (CS)
Dott. Armando Bossio
Sede Municipale
87030 Cleto (CS)
Pec: Sindaco.cleto@asmepec.it

Comune di Cleto (CS)
UFFICIO PROTOCOLLO
sede Municipale
87030 Clato (CS)
Pec: amministrativa.cleto@asmepec.it

e p.c.
Avv. Giuseppe Filice
Capogruppo in Consiglio comunale “Insieme per Cleto”
Pec: avv.filice@pec.giuffre.it

Oggetto: manutenzione del territorio in previsione delle piogge estive che potrebbero manifestarsi in modo intenso.

Egregio Signor Sindaco Armando Bossio,

nella mia qualità di cittadino del Comune di Cleto

PREMESSO CHE

– nel mese di agosto è facile prevedere l’arrivo di perturbazioni atmosferiche che potrebbero manifestarsi con precipitazioni anche intense;

– una corretta manutenzione del territorio è necessaria e urgente per favorire il corretto deflusso delle acque meteoriche lungo le cunette stradali e i canali di regimazione delle acque;

– molte cunette sono state interessate da interventi di manutenzione, nel corso della tarda primavera e l’inizio dell’estate, attraverso, principalmente, sfacli d’erba i cui residui spesso non sono stati rimossi e smaltiti correttamente;

– molti proprietari confinanti con le strade comunali e provinciali hanno ottemperato solo parzialmente ordinanza n. 5 del 02/03/2022 attualmente in vigore provocando la continua e costante ostruzione di molte cunette sulle strade comunali e provinciali con l’ulteriore conseguenza di ostruzioni dei canali di scolo che regimano le acque meteoriche;

CONSIDERATO CHE

– la parziale o totale ostruzione delle cunette e dei canali di scolo utili per la regimazione delle acque meteoriche comporta un reale e concreto pericolo per la circolazione stradale e conseguentemente per l’incolumità delle persone, durante le precipitazioni atmosferiche, riversandosi notevoli quantità di acqua sulle pavimentazioni stradali;

– la parziale o totale ostruzione delle cunette e dei canali di scolo utili per la regimazione delle acque meteoriche ha come conseguenza il deposito sulle pavimentazioni stradali di sedimenti, sabbia, brecciolino e pietre, comportando un reale e concreto pericolo per la circolazione stradale e conseguentemente per l’incolumità delle persone;

– molte pavimentazioni stradali comunali e provinciali, a fronte delle ultime intense piogge del mese di giugno 2023, non sono state completamente liberate da sedimenti, sabbia, brecciolino e pietre, comportando un reale e concreto pericolo per la circolazione stradale e conseguentemente per l’incolumità delle persone;

– la presenza sulle pavimentazioni stradali di sedimenti, sabbia e brecciolino, favorisce, unitamente al deflusso incontrollato delle acque meteoriche e stagnanti, la formazione di buche e un diffuso e veloce deterioramento delle pavimentazioni stradali, comportando un reale e concreto pericolo per la circolazione stradale e conseguentemente per l’incolumità delle persone;

TUTTO CIO’ PREMESSO

la invito con estrema sollecitudine a predisporre e porre in atto una manutenzione delle cunette e dei canali che regimano le acque meteoriche per favorirne il deflusso, in previsione delle piogge che è facile prevedere arriveranno in agosto e a seguire, in particolare è prevedibile il verificarsi dei c.d. temporali estivi che potrebbero manifestarsi con intensità, sul territorio comunale, e a predisporre la rimozione, dalle strade, ove ancora, dalle precipitazioni atmosferiche di giugno 2023, sono presenti sedimenti, sabbia, brecciolini, che rendono queste strade sdrucciolevoli e pericolose per la circolazione stradale e l’incolumità delle persone.

SI AVVISA LA S.V. CHE

la riterremo direttamente responsabile nella malaugurata ipotesi dovessero verificarsi danni a persone e/o cose in mancanza di un tempestivo e articolato intervento per come richiesto nella narrativa sopra esposta, richiamando anche la sua attenzione agli eventuali danni erariali in conseguenza della mancata predisposizione e attuazione di adeguati piani di manutenzione e attuazione degli stessi, volti alla corretta regimazione delle acque meteoriche, sia nel presente che nel futuro, con tutte le conseguenze penali e di responsabilità civile e di eventuale danno erariale che ciò potrebbe comportare.

Distinti saluti.

Cleto, il 4 agosto 2023

Marco Marchese


03/08/2023 – Nuova messa in mora per il Sindaco di Cleto Armando Bossio, sulla manutenzione del territorio in previsione delle prime piogge estive, che potrebbero essere intense e provocare danni

In questa consueta diretta serale sulla politica cletese, parleremo brevemente di quanto è successo negli ultimi due giorni sulla chiusura temporanea del castello angioino di Savuto, poi del senso civico e del senso di comunità, metteremo nuovamente in mora il Sindaco Armando Bossio su una certa questione e parleremo sulla manutenzione del territorio in relazione alle prossime piogge e sul metodo corretto per far rispettare le ordinanze municipali. Puntata molto densa di argomenti, buona visione.


02/08/2023 – Smascheriamo i ladri di verità

Sulla chiusura temporanea del castello Angioino di Savuto dedichiamo questa diretta per smascherare i ladri di verità, rappresentati da questa amministrazione comunale cletese guidata dal sindaco Armando Bossio.


01/08/2023 – Oggi parliamo di trasparenza amministrativa comunale a Cleto

Nella diretta di oggi parliamo degli impegni del Sindaco Armando Bossio che guida l’amministrazione comunale di Cleto, circa la trasparenza amministrativa, e in particolare di cosa in due anni non è riuscito a realizzare. Poi ci sono novità sulla figuraccia da parte dell’amministrazione comunale che ieri è stata costretta a rinviare il Consiglio comunale.
Per terminare sull’agitazione di alcuni tifosi del Sindaco.


31/07/2023 – Irregolarità Consiglio Comunale di Cleto – seduta del 321 luglio rinviata appena 5 minuti dopo l’inizio.

La diretta di oggi è dedicata alle gravissime irregolarità del Consiglio comunale di Cleto, che hanno causato la sospensione della seduta odierna e la mancata approvazione di un documento fondamentale che molto probabilmente avrà delle conseguenze nel prossimo futuro, sull’amministrazione. Buona visione.


30/07/2023 – Qui a Cleto è necessario legalizzare il Consiglio comunale – Vi sveliamo chi è il Capogruppo della maggioranza in Consiglio comunale, rimasto nascosto per ben DUE ANNI !

Ci sono tante cose che non vanno, ne parliamo in questo video e stasera vi riveliamo chi è il capogruppo di maggioranza per la lista A testa alta per Cleto in consiglio comunale, figura che fino adesso era rimasta completamente nascosta; ritorniamo anche sulle manchevolezze della presidente del Consiglio comunale Maria Briglio Nigro. Buona visione.


28/07/2023 – Forse ci sono gravi problemi politici nella Giunta della disfunzionale amministrazione comunale di Cleto, guidata dal Sindaco Armando Boss(io).

Questa sera nella consueta diretta sulla politica cletese vi parlerò delle numerosissime assenze dell’assessora Veronica Santoro in Giunta. Forse in Giunta ci sono problemi politici e probabilmente anche di una certa gravità. Ora vi spiego tutto, buona visione.


27/07/2023 – Nella diretta di questa sera ritorniamo sull’argomento sicurezza del Cleto Festival e altro. Buona visione.


26/07/2023 – Questa sera parliamo di salute pubblica e nello specifico di inquinamento prodotto dall’amianto, meglio conosciuto come manufatti in eternit. Problema a Cleto preoccupante e completamente ignorato da questa disfunzionale amministrazione comunale guidata dal sindaco Armando Boss(io).


25/07/2023 – Oggi incominciamo a parlare della qualità dei lavori del Consiglio comunale di Cleto e in particolare della qualità del lavoro della presidente del Consiglio di questa disfunzionale amministrazione comunale di Cleto, Maria Broglio Nigro.


24/07/2023 – Questa sera vi parliamo di come l’associazione La Piazza sia riuscita a soppiantare l’amministrazione comunale di Cleto, rendendola disfunzionale con il Sindaco Armando BOSS(IO) teleguidato.


23/07/2023 – Amici di Cleto e di qualsiasi altra parte del mondo, buon pomeriggio, oggi mi cimento in un esperimento sociale con quelli che io chiamo i teleguidati del Sindaco Armando BOSS(IO), Sindaco della disfunzionale amministrazione comunale di Cleto.


22/07/2023 – Ritorniamo nuovamente nell’aria ex guardia medica dove abbiamo denunciato che il muro sta franando in mezzo la strada, per riscontrare che ancora non è stato fatto niente, neppure la segnalazione del pericolo sulla pubblica via


21/07/2023 – In risposta a Fabrizio Rasori, che tiene in ostaggio i contenuti del Borgo digitale di Cleto

Naturalmente il nostro Eroe Fabrizio Rasori, in arte Faber Jack, non risponde minimamente alle domande poste, ovvero perché i contenuti del borgo digitale Cleto, progetto donato da Ivan Arella (questo dicono le carte, se poi ce ne sono di nascoste tiratele fuori e poi vediamo!), sia come idea che come realizzazione, sta sul suo sito personale (quello di Fabrizio Rasori, intendo, in arte Faber Jack). Ma ci torneremo prestissimo su questo argomento, perché ci sono nuove news in tal senso… È evidente che gli mancano le parole… Perché oltre ad essere teleguidato dal suo padrone, ovvero il Sindaco Armando BOSS(IO), per il quale è disposto a fare questa bella figura marrone e maleodorante, è stato beccato in qualcosa che non sa giustificare. Ringrazia Armando! Vai va…

Bello mio, questa è la fine di quelli dei cerchi magici, quei cerchi magici che rischiano sempre di diventare delle vere e proprie cricche e che a volte ci riescono pure! Vediamo se accadrà anche qui a Cleto, con questa disfunzionale amministrazione comunale, fatta di Sindaci ombra, gente che vaga negli uffici comunali a nessun titolo, facendosi i fatti di tutti, ecc. ecc. ecc.

Prima o poi vengono allo scoperto 🙂 Eccone uno 🙂

E per favore, Fabrizio, restituisci i contenuti del borgo digitale alla comunità cletese, non ti appartengono, rifai per favore tutti i QR code, a spese tue, e puntali verso il sito del Comune di Cleto. Questo è quello che mi aspetto e subito! Intanto continua ad ironizzare, non mi da fastidio, è evidente che cerchi solo di sviare il discorso, quindi ridi pure, che mamma ha fatto gli gnocchi, ma intanto agisci per restituire alla comunità una cosa che non ti appartiene. Grazie.

Post Rasori

20/07/2023 – Mentre il Sindaco, direttamente, è silente rispetto alle numerosissime contestazioni a lui mosse sulla gestione della disfunzionale amministrazione comunale di Cleto, sempre lui, Armando BOSS(IO), si avvale dei suoi difensori d’ufficio, facendo esporre i suoi sostenitori in acrobazie insostenibili. E… funziona così il cerchio magico, fatto da persone telecomandate, come Fabrizio Rasori, in arte su Facebook come tale Faber Jack, al quale oggi rivolgiamo alcune domande semplici semplici sul BORGO DIGITALE DI CLETO; poiché a costui è riservato il diritto di spegnere in qualsiasi momento l’unico progetto che ho apprezzato di questa disfunzionale amministrazione comunale.


20/07/2023 – In risposta ad un commento e in modo che sia chiara la mia posizione, insieme a quella del mio amico e compagno di avventure politiche cletesi Giuseppe Filice, circa l’associazione La Piazza e l’opaca gestione del Cleto Festival: purtroppo l’associazione La Piazza, organizzatrice del Cleto festival, è diventata una specie di estensione della municipalità cletese attraverso un perverso intreccio di conflitti di interessi, già più volte denunciati, anche alle Autorità; e chi la gestisce non solo fa parte di quello che oggi viene definito “Il cerchio magico” del Sindaco Armando BOSS(IO) ma la stessa gestione municipale è diventata una specie di gestione come se il Comune fosse un’associazione; un abbraccio mortale!

Basta un solo ma importante dettaglio, posto con una domanda: l’associazione La Piazza è iscritta al RUNTS, obbligo di legge dettato dal codice del terzo settore?

Prova a fare questa domanda alla Presidente dell’associazione La Piazza, poi leggiamo l’articolato di legge, poi andiamo a vedere i protocolli di intesa da chi sono stati firmati e basta questo per capire tutto, oltre ad una storia per molti aspetti controversa e opaca a cominciare dai bilanci, dove giocano parecchie decine di migliaia di euro ad edizione, rendicontati a… nessuno. Qualcuno potrà obiettare che si tratta di un’associazione privata, ed è verissimo, ma non si tratta di un’associazione che può sottrarsi al codice del terzo settore, legge dello stato, che prevede degli adempimenti puntuali a cui sottostare.

Proviamo a chiedere all’associazione La Piazza circa la fiscalità legata al Cleto Festival, altro esempio importante da approfondire… Non mi risulta che il Cleto Festival da questo punto di visto abbia una deroga o sia stata dichiarata “zona franca”…

Insomma, Stefania, capisco che vista da fuori può sembrare strana questa vicenda, ma qui ti assicuro che c’è da legalizzare tanti di quegli aspetti che c’è solo l’imbarazzo della scelta, su dove cominciare. Se sei interessata a conoscere meglio i dettagli, contattami privatamente, così posso anche farti vedere le carte 🙂

Ti auguro un’ottima giornata 🙂


18/07/2023 – Pensavate che ci fosse un fermo alla nostra attività quotidiana di doverosa verifica e controllo dell’azione amministrativa del Comune di Cleto e all’attività di sindacato ispettivo, prerogativa di una sana minoranza in un contesto dove far funzionare il processo democratico correttamente?

No, no, niente pause.

Abbiamo chiesto formalmente al Sindaco il piano di sicurezza per il CLETO FESTIVAL programmato per il 18,19 e 20 agosto p.v., in ipotesi in cui non sia stato presentato, e si dovessero tenere incontri per discuterne la stesura, come minoranza, abbiamo chiesto di essere resi partecipi.

Lo scopo è quello di verificare in quali forme e modi siano state superate e risolte le difficoltà evidenziate dall’organizzazione nell’anno 2019.

Con spirito collaborativo, tenendo in considerazione, prima di tutto la sicurezza cercheremo di dare il nostro contributo .


17/07/2023 – GUARDARE IL COMMENTO DI TALE GIUSEPPE CARUSO QUALE ESEMPIO CONCRETO DI TROLL

La cosa curiosa che trovo in questo post è che per dimostrare l’indimostrabile, ovvero che le mie osservazioni sono corrette (ovviamente dal mio punto di vista) sull’area di Cece (area pic nic comunale riqualificata con sperpero a vuoto di denaro pubblico poiché non c’è un centimetro quadrato di ombra (su questo non c’è alcun dubbio) e illuminata da 15 mesi per tutta la notte a vuoto (anche su questo non c’è alcun dubbio) quando basterebbe un interruttore on/off per non sprecare energia elettrica che paghiamo noi tutti) una quarantina di persone, che molto probabilmente quasi tutte non hanno mai frequentato quest’area se non molto molto molto sporadicamente, si mettono a fare un bel pic nic notturno 🙂 ma solo per difendere un Sindaco del tutto incapace, in questa circostanza, di valutare come impiegare le poche risorse comunali, e per fare dispetto a me che ho sollevato un problema concreto e reale 🙂

Il punto non è questo, perché è possibile che io abbia torto marcio e il Sindaco abbia ragione, verissimo, o viceversa… ma lo voglio detto dalla Corte dei Conti! Ci vorrà tempo, ma questa pronuncia arriverà, caro Sindaco Armando BOSS(IO) a capo di questa disfunzionale amministrazione comunale.

Mo’ guarda tu, per fare dispetto a me questo coopta degli adepti e li costringe al pic nic notturno… non c’è mai fine al peggio…

Ma comunque grazie, perché in questo modo se ne continua a parlare e così facendo la grande figura marrone e maleodorante del Sindaco si allarga a dismisura 🙂

Buon appetito 🙂

pic nic notturno

17/07/2023 – Altro esempio di scarsa vigilanza e manutenzione del territorio da parte della disfunzionale amministrazione comunale di Cleto, guidata dal Sindaco Armando Boss(io).
Cumuli di monnezza nei vicoli un po’ nascosti della frazione Savuto, poco sotto lo splendido castello angioino di Savuto, che ci hanno volenterosamente segnalato. A domani per un’altra nuova puntata.


16/07/2023 – Questo signore il cui nome è scritto nel post che ha pubblicato oggi (vedi foto) e che non ha neanche il coraggio di pronunciare il mio nome, sapete perché è un IGNORANTE? Ma no nel senso dispregiativo del termine, hai visto mai che la prendesse ad offesa personale, non è il mio intento offenderlo; dico solo che è ignorante perché IGNORA, NON SA’, nel senso che è proprio lui che non sa di cosa parla e non io… Ignorante, ma forse più in malafede, dicevo, perché fa finta di non sapere…
In realtà lui sa benissimo che il sottoscritto da un paio d’anni sostiene la squadra del Cleto con una certa somma, regolarmente versata a mezzo bonifico bancario e fatturata dalla stessa squadra con la quale il di lui ignorante e in malafede, collabora.
Forse gli interessa sapere perché nonostante uno sponsor versi soldi per sostenere la squadra e poi non espone lo striscione al campo sportivo? Bene. Sappia che mi interessava sostenere la squadra proprio per andare in favore dello sport, senza la necessità di farmi una pubblicità di cui non ho necessità. Ecco.
Sul resto… ma che perdo tempo a fare a commentare? Si commenta da sé!

post provenzano

16/07/2023 – I valori dello sport, unitamente alla manutenzione dei beni comunali, cose tanto sbandierate da questa disfunzionale amministrazione comunale qui a Cleto, guidata dal sindaco Armando Boss(io), non è che la solita fuffa che ci stanno propinando da due anni a questa parte, A giudicare da come è mantenuto il campo sportivo comunale.


15/07/2023 – Nella diretta di questa mattina parleremo del Cleto festival, che si terrà subito dopo ferragosto qui a Cleto presso il castello angioino di Savuto, ci sono grossi ma grossi grossi problemi sulla sicurezza e siamo ansiosi di conoscere quale soluzioni potrebbero determinarsi da parte della nostra cara disfunzionale amministrazione comunale di Cleto guidata dal sindaco Armando Boss(io)


15/07/2023 – Ecco a voi un altro spreco di denaro pubblico causato dalla disfunzionale amministrazione comunale di Cleto guidata dal sindaco Armando Bossio. Buona visione.


14/07/2023 – Solo per salutarvi amici di Cleto e di qualsiasi altra parte del mondo perché la diretta precedente si è interrotta bruscamente per sbaglio. Guardatelo il video precedente è sullo spreco di denaro pubblico da parte del Sindaco di Cleto e relativa disfunzionale amministrazione comunale.


14/07/2023 – Oggi vi dimostro come la disfunzionale amministrazione comunale di Cleto guidata dal sindaco Armando Bossio spreca i denari pubblici senza pudore, un sindaco che si inventa le cose e mente spudoratamente in consiglio comunale. Il peggio che ci si può aspettare da un’ amministrazione comunale.


13/07/2023 – Questa sera vi dimostro perché questa amministrazione comunale qui a Cleto è disfunzionale: semplicemente perché ti prendono in giro, il sindaco Armando Bossio, che guida questa disfunzionale amministrazione comunale, è semplicemente abituato a prendere in giro i cittadini di questo comune. Seguite il video e capiamo il perché. Buona visione.


12/07/2023 – Segui questo video se pensi che la tua bolletta dell’acqua comunale sia piuttosto cara + nuove news sulla disfunzionale amministrazione comunale di Cleto, guidata dal Sindaco Armando BOSS(IO)


11/07/2023 – 20 giorni per aggiustare una perdita d’acqua dalla condotta comunale, con grave pregiudizio per le casse comunali, per il servizio e per l’ambiente, da parte di questa disfunzionale amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Armando BOSS(IO).


10/07/2023 – Un paio di commenti alle ultime news provenienti dal FUFFA bureau administration del Comune di Cleto, guidato dal Sindaco Armando Bossio e dalla sua disfunzionale amministrazione.


02/07/2023 – Mi associo alle considerazioni e sottoscrivo le domande che il mio Amico e compagno di avventure politiche cletesi, GIUSEPPE FILICE, ha appena posto al Sindaco di Cleto, Armando BOSS(IO) che guida questa DISFUNZIONALE AMMINISTRAZIONE COMUNALE.

Cari concittadini di Cleto, sarà troppo tardi quando vi renderete conto che IL CERCHIO MAGICO di BOSS(IO) rischia di trasformarsi velocemente in una vera e propria CRICCA DI ACCOLITI. Lo so, difendere la propria dignità ha un costo: quello non ti parla più e ti toglie il saluto, quell’altro ti chiama e fa pressioni affinché tu stia zitto e quieto e ti invita a restare al tuo posto, quell’altro quando ti incontra ti guarda storto, quell’altro ancora ti fa capire che alla prima occasione ti farà un dispetto, poi c’è sempre il rischio che qualche altro, magari anonimamente, ti insulta su Facebook, ti deride, ti calunnia, fa della becera ironia, allude, sberleffa… Sì, tutto questo costa, è vero.

MA CHE TE NE FAI DI QUESTI ACCOLITI DA CRICCA???

TI GARANTISCO “AL LIMONE” CHE SONO MOLTI, MOLTI DI PIU’ QUELLI CHE TI APPREZZANO, TI SORRIDONO, TI STRINGONO LA MANO, TI E GLI OFFRI IL CAFFE’, TI SALUTANO, TI PARLANO CON GARBO E RISPETTO, TI DICONO CHE SE HAI BISOGNO SONO SEMPRE A DISPOSIZIONE, TI FANNO CAPIRE CHE TI APPREZZANO SENZA DIRE UNA SOLA PAROLA MA SOLO CON UNO SGUARDO…

ma sono proprio molti molti di piu’, proprio assai, GARANTITO!

Ma quanto paga restare con la schiena dritta e restituire pan per focaccia a tutte le ditate negli occhi che ricevi direttamente e indirettamente LO SAI???

Te lo dico io: PAGA TANTISSIMO! PERCHE’ LA DIGNITA’ NON HA PREZZO, FACCIO I DEBITI PER DIFENDERLA, ALTROCHE’!

Non ci vuole niente a sciogliere quel freno inibitore che ti trattiene, basta ragionare un po’, informarsi, analizzare bene le situazioni, i comportamenti, gli atti, un minimo di impegno e vedrai com’è bello sentirsi liberi e fieri di mantenere la schiena bella dritta davanti a tutta questa DUSFUNZIONALITA’ nella quale siamo precipitati DA DUE ANNI A QUESTA PARTE.

Ecco la nota di Giuseppe Filice, questo sì un vero Amico con la schiena dritta. ❤

CONSIDERAZIONI SULL’INCOLUMITA’ PUBBLICA

Abbiamo guardato il palinsesto degli eventi estivi pubblicato sulla pagina comunale : bellissimo.

Notiamo che organizzatori e patrocinatori ( Associazione La Piazza, Borgo Pietramala e amministrazione comunale che sono un tutt’uno), oggi, non hanno più a cuore il tema della sicurezza, che fino al 04.10.2021 non perdevano occasione per strumentalizzarla.

Nessuno ritiene di parlarne.

Al Sindaco, che dovrebbe fare il possibile per tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini, chiediamo:

1 -rispetto al 2019, quando non c’erano le condizioni per organizzare il Cletofestival, cosa è cambiato?

2- perché i lavori per il contrasto al dissesto idrogeologico ( 550 mila euro, lasciati dalla precedente amministrazione ) sono cominciati con le cunette vicino l’abitazione del consigliere comunale e non in contrada Rioleto – Aria del Monaco, presso l’ex guardia medica dove c’è un muro pericolante ?

3-perché il muro in questione non è nemmeno segnalato come in passato?

4- la strada comunale, in località Mulino – Porta Forgia, parallela a quella provinciale chiusa, sulla quale un masso si decine di tonnellate non è franato grazie ad un ulivo, PUO’ DIRSI SICURA PER I CITTADINI?

5-chi ha stabilito che, dopo i cedimenti e la frana degli ultimi giorni, Piazza G. Amendola a Savuto E’ SICURA ?

Dopo il sopralluogo di ieri, siamo seriamente preoccupati per l’incolumità dei cittadini e per come il Sindaco e l’amministrazione stanno spendendo i soldi lasciati per il contrasto al dissesto idrogeologico.


01/07/2023 – TEMO CHE UN CERTO NUMERO DI PERSONE, QUI A CLETO, SI ARRABBIERANNO (A TORTO) DEL NOSTRO RITORNO IN VIDEO.

Nel video trattiamo vari argomenti: la viabilità Comunale cletese, i due pesi e due misure del Sindaco BOSS(IO), Il Cleto Festival, l’Associazione La Piazza, i protocolli di intesa in conflitto di interessi sottoscritti dal Comune, il volontariato civico.

BUONA VISIONE. DURA CIRCA MEZZ’ORA, SE PENSI SIA TROPPO, STOPPA IL VIDEO E RIPRENDILO QUANDO HAI PIU’ TEMPO.

Argomenti trattati, nello specifico:

1) Chiusura strada provinciale Cleto centro storico.

2) Pericolo imminente sul percorso alternativo a seguito della chiura della strada di cui sopra.

3) Incapacità del Sindaco Armando Bossio di assumersi responsabilità dove non trova convenienza politica.

4) I due pesi e le due misure nelle scelte amministrative (disfunzionali) di questa amministrazione comunale.

5) Responsabilità dell’Ente Provincia di Cosenza sulla viabilità nel Comune di Cleto.

6) Disfunzionalità amministrative comunali varie sulla viabilità nel Comune di Cleto.

7) Il mugugno sotto traccia sulla chiusura della strada, ma senza che nessuno si voglia esporre pubblicamente per reclamare il giusto… meglio che le mani se li sporchino gli altri… vero?

😎 Il dissenso che viene intimidito quando si critica l’operato della disfunzionale amministrazione comunale cletese.

9) Il personale all’interno del Comune ridotto al lumicino che non è materialmente messo nelle condizioni di svolgere serenamente il proprio lavoro per colpa delle scelte sbagliate della disfunzionale amministrazione comunale che crea disservizi ingiustificati.

10) La disinformazione del Sindaco Armando Bossio propinate in Consiglio comunale sul personale municipale.

11) I due pesi e le due misure di Armando Bossio, Sindaco della disfunzionale amministrazione comunale di Cleto, circa la tenuta del Cleto festival edizione 2023.

12) L’Associazione La Piazza che non rispetta le leggi circa l’iscrizione al RUNTS rendendola opaca e scarsamente trasparente e che firma protocolli di intesa con l’amministrazione comunale disfunzionale guidata dal Sindaco Armando Bossio.

13) Il volontariato civico messo in piedi dalla disfunzionale amministrazione comunale di Cleto, guidata dal Sindaco Armando Bossio; siamo a posto? Veramente?

14) Messa in mora dell’amministrazione comunale sulle criticità della viabilità a Cleto e sui pericoli che corrono i cittadini percorrendo le strade comunali.

15) Messa in mora al Cleto festival circa il preciso e puntuale rispetto di tutte le norme su sicurezza pubblica, sicurezza sanitaria, fisco.


29/06/2023 – Sulla chiusura della strada provinciale che spezza Cleto a metà da oltre un anno.

Non sono un amante degli anonimi dietro le tastiere, ma visto che mi hanno segnalato questo post e le domande sono interessanti, faccio eccezione 🙂 e mi unisco alla curiosità di conoscere la risposta del Sindaco di Cleto, Armando Bossio, alle domande poste; anche se una parziale risposta ci giunge dal silenzio assordante da parte dell’amministrazione… ovvero:

questa disfunzionale amministrazione comunale non si vuole assumere NESSUNA responsabilità,

1) di andare a prendere per un orecchio l’Ente Provincia e metterlo davanti alle proprie responsabilità, in solido, circa la chiusura della strada;

2) l’amministrazione disfunzionale che governa il Comune di Cleto non si vuole assumere la responsabilità di mettere in sicurezza il transito VEICOLARE E PEDONALE, rivalendosi poi su chi dovrà, fra qualche anno, dopo che sarà dipanata la matassa dei c.d. eredi, fra rinunciatari e legittimi superstiti;

3) non hanno alcuna volontà di informare i cittadini sullo stato dell’arte, ma tanto che ci parli a fare… ogni volta ti rispondono che fra un paio di settimane si sblocca qualcosa, e poi altre due settimane e poi altre due, e poi altre due ancora…

Nota a margine: c’è anche da dire che molti di coloro che mugugnano tutti i santi giorni per la chiusura della strada, sono poi quelli che fanno tanta e troppa fatica a sporcarsi le mani e metterci la faccia, perché è tanto bello mugugnare, senza prendersi la responsabilità di dire basta e pretendere risposte esaurienti e un cronoprogramma misurabile!

Nota a margine 2: per quello che mi riguarda, con il mio Amico e compagno di avventure politiche cletesi, Giuseppe Filice, abbiamo scritto un’interrogazione al Sindaco, che ha poi presentato Giuseppe, e il Sindaco, Armando Bossio, che guida questa DISFUNZIONALE AMMINISTRAZIONE COMUNALE QUI A CLETO, ha anche risposto in Consiglio comunale; naturalmente in modo parziale, senza assumere impegni certi, risposta già superata da tempo dai nuovi eventi, nella faccenda, e di cui si è guardato bene dal renderne conto alla cittadinanza che gli paga lo stipendio, per adesso, per essere amministrati in questo modo DISFUNZIONALE!


27/06/2023 – SULLA RIAVVIATA COLLABORAZIONE CON CALABRIA VERDE

A beneficio del territorio cletese e della cittadinanza tutta, DEV’ESSERE BEN CHIARO ALLA POPOLAZIONE CLETESE ivi residente, che questo risultato è il frutto di due e ben assestati interventi da parte del mio Amico e compagno di avventure politiche cletesi, GIUSEPPE FILICE, col quale prima abbiamo formulato un’interrogazione presentata al Sindaco e poi lo sprone da parte di Giuseppe, a questa disfunzionale amministrazione municipale, nel corso dell’ultimo consiglio comunale di pochi giorni fa, che come minoranza ha chiesto esplicitamente conto dell’interruzione di questa importante collaborazione.

È evidente che il Sindaco, Armando Bossio, qui ben rappresentato in foto e che salutiamo, si sia destato dal torpore degli ultimi mesi e che si sia ricordato che era necessario andare a risolvere i problemi che l’amministrazione stessa aveva creato con l’Ente Calabria Verde, che nel frattempo dal territorio cletese si era dileguata.

Prendiamo atto che i problemi sono stati superati, che il Sindaco, su sollecitazione da parte della minoranza in sede istituzionale non è rimasto insensibile alla questione e che si sia adoperato per ripristinare questa importante collaborazione, viste le esigue risorse dell’Ente comunale che ha da investire sul territorio (politiche che riteniamo impostate in modo sbagliato). Comunque sia, si tratta di un risultato che salutiamo con apprezzamento, orgogliosi di aver adempiuto al ruolo di minoranza, a cui spetta controllare l’operato dell’amministrazione comunale.

Ora potranno dire che non è vero, sopra sotto avanti e indietro, ma gli atti parlano da soli.

Un rinnovato saluto al Sindaco Armando Bossio, che si è guadagnato una nuova orchidea che gli faremo recapitare al più presto, come fatto alcuni mesi addietro, infiocchettata con un bel kiwi o giusto per variare con un altro frutto di stagione.


SUL CASTELLO DI SAVUTO (CLETO), IL MARKETING DEL SINDACO ARMANDO BOSSIO, HA PRODOTTO RISULTATI DEL TUTTO FALLIMENTARI E NON ALTRO.

CASTELLO DI SAVUTO (CLETO): IL MARKETING TERRITORIALE PER IL LANCIO DEL BRAND “IL COMUNE DEI DUE CASTELLI” DEL 2022, REALIZZATO DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, CHE DOVEVA RILANCIARE IL CASTELLO DI SAVUTO, HA PRODOTTO RISULTATI DEL TUTTO FALLIMENTARI.

Tutti i dettagli qui nel video.

A seguito dell’interrogazione rivolta al Sindaco di Cleto dalla minoranza in Consiglio comunale sugli ingressi paganti al castello di Savuto, e discussa nel corso del Consiglio comunale del 5 aprile, alla luce dei dati prodotti, nell’estate del 2022, periodo di massima affluenza presso il castello di Savuto, gli ingressi paganti sono stati mediamente SOLTANTO 5 (cinque) al giorno; quanto incassato non è bastato neanche per pagare la bolletta della luce!

Chiediamo al Sindaco di Cleto, Armando Bossio, un cambio di passo, poiché nonostante siano state fatte numerose azioni per promuovere uno dei tesori di questa comunità, nonostante siano state investite ingenti risorse economiche pubbliche in modo diretto e indiretto, questi sforzi hanno prodotto risultati MISURATI che sono lontanissimi dalle attese da ogni punto di vista. Lo esortiamo a rivolgersi a professionisti del settore in quanto le collaborazioni locali non hanno dato risultati apprezzabili e non si può sottacere il modo discutibile con il quale sono stati siglati accordi di collaborazione.

Invitiamo il Sindaco, su questo argomento, a non declamare continui e inesistenti successi, perché fuorvianti e lesivi dell’immagine della comunità e a non insinuare continuo discredito sull’operato di chi lo ha preceduto, poiché va dato atto alla precedente amministrazione che:

1) Di aver ottenuto le risorse, messo a gara e fatto realizzare i lavori di ristrutturazione del castello di Savuto che fino ad agosto 2017 era un’area privata adibita a ricovero di animali e facendo in modo che nascesse per davvero “Il Comune dei due castelli” che esisteva solo in antichità, e non prima di agosto 2017.
2) Al netto del periodo “Covid” da tutti ricordato, e dai mesi invernali (non funzionali poiché la struttura è quasi tutta all’aperto), nel periodo compreso fra agosto 2017 e settembre 2021, i mesi utili per realizzare iniziative nel castello di Savuto, funzionali per farlo conoscere sul territorio, sono stati 16 (sedici); in questo periodo si sono tenuti oltre 40 (quaranta) eventi ed è cominciato un afflusso di ingressi paganti che, seppur modesto, ha prodotto introiti che hanno permesso di manutenere la struttura in modo decoroso.

Quanto realizzato dall’amministrazione guidata dal Sindaco Armando Bossio circa il castello di Savuto e sbandierato come un successo, non è altro che una falsa e distorta narrazione, con la quale si vuole nascondere un marketing territoriale del tutto errato e fallimentare.

Giuseppe Filice
Marco Marchese


La proposta alternativa e di mediazione avanzata al Sindaco di Cleto, sulla chiusura delle piazze principali di Cleto, rese isola pedonale permanente per tutto l’anno.

Nel video, la nostra proposta alternativa e di mediazione, alla chiusura tutto l’anno delle piazze cletesi (Moro e Amendola) rese ad isole pedonali permanenti; utilissime nella bella stagione, ma prive di senso se non addirittura dannose nelle altre stagioni dell’anno, per varie ragioni. Questo chiude per noi l’argomento, che resta in mano all’amministrazione comunale, come giusto che sia, in ordine a ogni responsabilità, pratica e politica; che fa seguito al Consiglio comunale del 5 aprile 2023, nel corso del quale il Sindaco ha risposto ad un’apposita interrogazione posta dalla minoranza, per capirne orientamento.

Giuseppe Filice
Marco Marchese


Le risposte alle interrogazioni rivolte al Sindaco di Cleto sono INSODDISFACENTI

Una prima valutazione complessiva sul Consiglio comunale che si è celebrato a Cleto il 5 aprile scorso, in cui si sono discusse le numerose interrogazioni rivolte al Sindaco Armando Bossio su tante questioni di grande interesse generale per i cittadini Cletesi, è di INSODDISFAZIONE.
Apprezzando che finalmente il dibattito politico si sta incanalando su un giusto binario, nel merito dei problemi sollevati dalla minoranza in Consiglio comunale, ANCORA NON CI SIAMO PROPRIO.
Le risposte dell’amministrazione sono state parziali, a volte reticenti, in alcuni casi l’amministrazione comunale ha sviato l’oggetto dell’interrogazione e spesso le risposte a precise domande non sono state date.
Su tutti gli argomenti, almeno 16, nei prossimi giorni cominceremo a fare ulteriore chiarezza con i cittadini e avanzeremo precise e puntuali proposte al Sindaco e all’amministrazione, richiamandoli alle proprie responsabilità.

Giuseppe Filice
Marco Marchese


Il Sindaco di Cleto Armando Bossio preferisce le polemiche alle azioni per risolvere i problemi

Era noto all’amministrazione comunale fin da giugno 2022 che c’era un problema di infiltrazioni di acqua piovana presso la palestra comunale, infatti il Sindaco, con il tecnico comunale e ditta esecutrice dei lavori, avevano fatto un sopraluogo accertando il problema, ma la questione è stata sollevata solo ad aprile 2023, tirando impropriamente in ballo finanche la precedente amministrazione e senza che nel frattempo sia stato fatto nulla. Oggi che le infiltrazione si sono aggravate, giustamente, si corre ai ripari e siamo tutti d’accordo nel rimediare e scongiurare danni alla palestra; ma non siamo certo d’accordo con le solite tecniche di disinformazione che innescano solo inutili polemiche. Il Consigliere comunale Giuseppe Filice ha fatto richiesta di accesso agli atti, chiedendo copia del verbale del sopraluogo, per andare fino in fondo alla vicenda.

Giuseppe Filice
Marco Marchese


LE INEFFICIENZE DELLA GIUNTA COMUNALE DI CLETO, GUIDATA DAL SINDACO ARMANDO BOSSIO, CIRCA LA CHIUSURA DELLA STRADA CHE SPEZZA IL PAESE IN DUE.

Sulla chiusura della strada provinciale che spezza in due in Comune di Cleto, i ritardi del Sindaco Armando Bossio e della sua Giunta, gli errori di valutazione, lo scarso decisionismo, l’estrema lentezza nel fare le cose, stanno notevolmente danneggiando i cittadini e le attività produttive Cletesi. Provvedimenti che andavano presi 16 mesi fa, o almeno un anno fa, con estrema lentezza sono stati adottati solo nelle ultime settimane e nonostante tutto… ancora niente di concreto per la riapertura della strada!
Tutto è spiegato nei video. Buona visione.

Giuseppe Filice
Marco Marchese


Smentito clamorosamente il Sindaco di Cleto, Armando Bossio, sul problema Sorical

BOSSIO VERO, BOSSIO FALSO, CARTA VINCE, CARTA PERDE…

Abbiamo pubblicato qui nel video le carte che smentiscono clamorosamente il Sindaco di Cleto Armando Bossio, le sue disinformazioni e la sua falsa narrazione.

FALSO: che la passata amministrazione non ha fatto nulla per il debito Sorical;
VERO: che la passata amministrazione ha pagato oltre 31mila € riferiti al periodo 2010/2011/2012/2013 periodo in cui l’attuale Sindaco Armando Bossio era Vicesindaco;
FALSO: che la passata amministrazione abbia aggravato il problema del debito con Sorical;
VERO: che la passata amministrazione è stata l’unica a stipulare un accordo con Sorical, onorandolo con puntuali pagamenti fino a pochi mesi prima delle elezioni;
VERO: che in quasi due anni il Sindaco Armando Bossio non è riuscito ad ottenere nessun risultato;
VERO: che il Sindaco Armando Bossio non ha realizzato l’obiettivo della vendita dei loculi cimiteriali e della manutenzione del bosco, preciso e vincolante indirizzo del Consiglio comunale votato in sede di bilancio di previsione a maggio 2022 che avrebbero portato nelle casse comunali più di 120mila € di liquidità;
VERO: che il Sindaco Armando Bossio non ha fatto niente rispetto al problema Sorical sia quando ha fatto il Vicensindaco e sia negli ultimi quasi due anni in veste da Sindaco e meno ancora in qualità di Consigliere di minoranza, in carica per 5 anni.


A causa del comportamento del Sindaco di Cleto, COMPROMESSA LA SICUREZZA DELL’UFFICIO POSTALE E LA PRIVACY DEI CORRENTISTI

COMUNICATO STAMPA

Presentato un esposto/denuncia da Giuseppe Filice e Marco Marchese, del gruppo politico Insieme per Cleto, per chiedere alle Autorità preposte (Direzione Generale e Provinciale di Poste Italiane, Garante sulla Privacy e Carabinieri) di verificare, con riferimento al sopraluogo effettuato dal Sindaco Armando Bossio ed altre persone, presso l’ufficio postale di Cleto, se sia stata compromessa la sicurezza dell’ufficio e la privacy dei correntisti.

Giuseppe Filice dichiara che senza la dovuta diligenza e accortezza, il Sindaco Bossio ha divulgato sulla pagina Facebook ufficiale del Comune delle fotografie che raffigurano l’interno dell’area operativa e del back office dell’ufficio postale di Cleto, al solo fine di promuovere e accreditare la sua immagine, compromettendo la sicurezza delle Poste e della privacy degli utenti.

Numerose le richieste avanzate nell’esposto che chiedono chiarimenti sull’inopportunità delle modalità del sopraluogo, sul rispetto del codice etico di Poste Italiane, fino all’identificazione della persona che ha scattato le foto e la cancellazione di quanto inopinatamente divulgato.

Marco Marchese conclude: si tratta della classica iniziativa che parte nel giusto, per infangarsi in un metodo del tutto opinabile. Chiunque si recasse presso una filiale bancaria, e le Poste sono a tutti gli effetti un istituto bancario, scattando fotografie al proprio interno, senza alcuna autorizzazione e rischiando di compromettere la sicurezza, non solo verrebbe trattenuto a porte chiuse, ma si precipiterebbero le forze dell’ordine per chiedere spiegazioni. Cos’altro aggiungere?

Si allega il testo integrale dell’esposto.

Giuseppe Filice
3492180325

Marco Marchese
3356696982


Parte 2 sul Consiglio comunale di Cleto del 20 marzo

Argomenti trattati:

  • la riscossione dei tributi comunali: le narrazioni inventate e manipolate dell’amministrazione che pretende di darla a bere ai cittadini Cletesi;
  • i panni (metaforici) che ha scelto d’indossare il Vicesindaco (panni da esattore); gli insulti rivolti al Consigliere di minoranza Giuseppe Filice; le arrampicate sugli specchi per giustificare le mancanze amministrative;
  • precisazioni sull’aumento dell’indennità del Sindaco, il quale Sindaco ne ha dato un’informativa, in Consiglio comunale, del tutto DISTORTA E NON RISPONDENTE ALLA REALTA’, per giustificarsi rispetto ai numerosi cittadini che hanno chiesto conto e spiegazioni circa questo aumento, argomento sul quale ritorneremo nuovamente in modo specifico e speriamo definitivo.

A grande richiesta ritornano i video sulla politica Cletese, in particolare sulla pazza e scellerata amministrazione guidata dal Sindaco Armando Bossio.

A grandissima richiesta riprendiamo ad utilizzare i video per spiegare agli amici, vicini e lontani, la politica cletese e cosa si muove nel palazzo comunale e come affrontiamo questa PAZZA E SCELLERATA amministrazione; da fieri oppositori, per arginarne le mancanze del Sindaco Armando Bossio e la sua compagnia.
Sul consiglio comunale del 20 marzo scorso, con questo video, diamo una spiegazione più ampia e articolata alla cittadinanza Cletese:

  • per motivare il voto di astensione della minoranza (che sarebbe dovuto essere un voto contrario) al rendiconto 2022;
  • risposte ai meriti (CHE NON HANNO) su diversi aspetti della gestione economico-finanziaria dell’Ente comunale da parte del Sindaco e della Giunta comunale;
  • risposte all’ormai consueto atteggiamento, da parte del Sindaco e della Giunta comunale, di distorcere sistematicamente la realtà facendone una narrazione surreale e non rispondente alla realtà.

L’ARROGANTE E MALEDUCATO VICESINDACO DI CLETO, EUGENIO VAIRO, PENSA DI AVERE DAVANTI DEGLI IDIOTI

L’ARROGANTE E MALEDUCATO VICESINDACO DI CLETO, EUGENIO VAIRO, PENSA DI AVERE DAVANTI DEGLI IDIOTI, MA FAREBBE BENE A GUARDARE VERSO SE STESSO, VISTE LE SUE DI IDIOZIE CHE VA DICENDO A DESTRA E A MANCA, CON TANTO DI TUTORIAL…

Il Vicensindaco di Cleto, Eugenio Vairo, circa la mancata pubblicazione dello statuto comunale sul sito internet dell’Ente, insulta il Consigliere di minoranza Giuseppe Filice dandogli dell’intellettualmente disonesto, dell’irresponsabile, lo accusa di non conoscere la comunità in cui vive e di non conoscere le vicende amministrative in qualità di Consigliere comunale, di parlare senza cognizione di causa, di non avere contezza di quanto svolto nel corso del proprio mandato di Vicensindaco nel periodo 2016/2021.

Sempre il Vicensidaco di Cleto, Vairo, cercando di smentire la mancata pubblicazione dello statuto comunale, crea e pubblica addirittura un tutorial per come scavare dai meandri del sito internet del Comune, peraltro per molti aspetti fuorilegge proprio a causa dell’inefficienza dello stesso Vairo che rappresenta l’amministrazione, l’agognato STATUTO COMUNALE.

Peccato che, come lo stesso Vairo ha dimostrato con il SUO tutorial, il cittadino deve sapere:

1) Che una volta entrati sul sito internet del Comune;
2) bisogna cliccare sulla sezione amministrazione trasparente;
3) Che bisogna cliccare sulla voce “disposizioni generali”;
4) Che bisogna poi cliccare su “Atti generali”;
5) E poi fare una ricerca sul modulo di ricerca, con la parola chiave “Statuto”

Ecco la procedura!

MENTRE SULLA PAGINA PRINCIPALE DEL COMUNE (Home page) cliccando molto più semplicemente sulla voce “Il Comune” e poi “Statuto” su questa pagina lo statuto non c’è, perché la pagina è vuota


Caro Sindaco di Cleto, Armando Bossio, dopo 17 mesi gli alibi sono finiti tutti, ora è il momento di AGIRE!

Sebbene non esista una norma che obblighi alla pubblicazione dello statuto comunale sul sito internet dell’Ente, dalle buone prassi amministrative ci si aspetterebbe che questo importantissimo documento, che regola la vita amministrativa e politica del Comune, fosse disponibile per la consultazione da parte di chi lo volesse sul sito internet del Comune, che restituisce, purtroppo, solo una pagina vuota.
Dopo 17 mesi di amministrazione della nuova consiliatura NON ci sono più alibi che tengano e chiediamo che le norme statutarie del Comune di Cleto siano rispettate TUTTE, senza eccezioni.
Alla mancata pubblicazione di questo importantissimo documento sopperiamo temporaneamente noi, poiché nessun cittadino deve essere obbligato, come se dovesse presentarsi a corte col cappello in mano, per chiedere al sovrano di turno: “Quali sono i miei diritti e i miei doveri nei confronti del Comune di Cleto?”
Lo statuto comunale, quale fonte documentale primaria deve essere e restare facilmente disponibile alla consultazione dei cittadini Cletesi.
Lo rendiamo disponibile noi, nelle foto qui allegate, oppure lo si può scaricare in PDF da questo link:

Clicca qui per scaricare lo statuto comunale di Cleto

Garantiamo che la lettura dello statuto comunale è molto interessante e soprattutto esigiamo che l’amministrazione comunale si renda parte attiva, immediatamente, nel rispetto delle norme in esso contenuto e che si renda parte attiva affinché faccia quanto necessario per l’applicazione puntuale e integrale dello Statuto Comunale.

Insieme per Cleto
Giuseppe Filice
Marco Marchese


Qui a Cleto l’amministrazione comunale è allo sbando, siamo dovuti approdare alle DIFFIDE!

È ILLEGITTIMA LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PUBBLICATA DAL SINDACO DI CLETO E RIVOLTA AD AZIENDE ED ASSOCIAZIONI PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PROMOZIONALI E DI MARKETING.
NE ABBIAMO CHIESTO IL RITIRO E L’EVENTUALE MODIFICA, IMMEDIATAMENTE, PER EVITARE CHE LA VICENDA FINISCA ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA, SENZA FERMATE INTERNEDIE. AVVISATO ANCHE IL PREFETTO DI COSENZA.

Egr. Sindaco di Cleto Bossio Armando


Sullo stato di abbandono al Castello di Cleto, comunicato stampa di Filice e Marchese (gruppo politico Insieme per Cleto)

Comunicato stampa

STATO DI ABBANDONO DEL CANTIERE PRESSO IL CASTELLO DEL CENTRO STORICO DEL CAPOLUOGO DI CLETO (CS)

Per il gruppo politico di opposizione, Insieme per Cleto, la vicenda dello stato di abbandono del cantiere che impegna il castello del centro storico del capoluogo di Cleto è temporaneamente chiusa. Dopo aver accertato, questa mattina, che con le dovute chiusure degli accessi, così come si conviene ad un cantiere che abbia dignità di questo nome, sia per la sicurezza e l’incolumità degli eventuali avventori, che per evitare che siano trafugati elementi architettonici antichi meritevoli di esse tutelati; dopo le parziali pulizie, anche se persistono cumuli di rifiuti che sarebbe opportuno smaltire celermente; la messa in ordine dei materiali da cantiere; l’interessamento della soprintendenza ai beni culturali di Cosenza con la richiesta urgente di chiarimenti all’amministrazione comunale circa lo stato dei lavori e l’esecuzione degli stessi secondo le prescrizioni impartite a suo tempo. Questa azione di Sindacato ispettivo ha raggiunto il suo scopo.

Ci interessava attirare l’attenzione su quello che rappresenta il bene più importante che possiede la comunità Cletese – dichiara Giuseppe Filice, capogruppo di minoranza in Consiglio comunale – poiché era inconcepibile che il già interminabile cantiere fosse lasciato in totale abbandono e volevamo dare una scossa all’amministrazione circa i suoi doveri di vigilanza, come anche una scossa al direttore dei lavori e alla ditta esecutrice dell’appalto, affinché tutto possa procedere celermente e con un’esecuzione ad arte, affinché presto il castello di Cleto possa essere riconsegnato alla fruibilità di chiunque vorrà visitarlo.

La vicenda è temporaneamente sospesa – aggiunge Marco Marchese, esponente del gruppo politico di opposizione Insieme per Cleto – ma continueremo a vigilare affinché


BELLO I MOMENTI DI GLORIA COL LAVORO DEGLI ALTRI… MAI VISTA GENTE COSI’ BUGIARDA !

Il Sindaco di Cleto, Armando Bossio, raccolto il testimone lasciato dal Prof. Giuseppe Longo, alla guida del Comune di Cleto, OGGI SI FREGIA DEI RISULTATI DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E INCASSA IL PREMIO DI LEGAMBIENTE, PECCATO CHE I DATI SONO DEL 2021 QUANDO LUI NON ERA ANCORA DIVENTATO SINDACO, MA PER ESSERE PRECISI, LO ERA DIVENTATO DA SOLI POCHI GIORNI.

Il plauso per questo risultato va certamente al senso civico dei cittadini e ai due operatori ecologici Marrello e De grazia, alla ditta appaltatrice, ma non di certo a questa amministrazione che semai si vedrà riconoscere dei risultati nella prossima edizione!

TUTTO IL RESTO CHE E’ STATO PUBBLICATO SULLA PAGINA FACEBOOK DEL COMUNE E’ PROPAGANDA DI BASSISSIMA LEGA


Ma cosa ne è stato del protocollo di intese fra Calabria verde e Comune di Cleto? E dove sono finiti gli operai?

È stata presentata un’interrogazione al Sindaco di Cleto sul protocollo d’intesa con Calabria Verde. Questa è una storia che affonda radici lontane nel tempo, poiché è bene ricordare una strana e sospetta coincidenza: nel corso dell’Amministrazione Longo, durata 5 anni, non si riuscì a concretizzare un protocollo d’intesa per fare in modo che le forze lavoro di Calabria Verde potessero dedicarsi anche al territorio Cletese, nonostante l’insistenza e gli incontri, avvenuti tempo per tempo, addirittura con i vertici di questa Società che appartiene alla Regione Calabria.
Cambia l’amministrazione e nel giro di poco tempo si concretizza il protocollo di intesa. Sarà stato bravissimo il Sindaco attuale Armando Bossio? Oppure -ecco la strana coincidenza- centra qualcosa il genitore del Lui Sindaco Bossio che puta caso è il caposquadra locale proprio di Calabria Verde? Chissà… (?)
A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si coglie, diceva un notissimo politico di caratura nazionale… Sarà, quindi -e qui il sospetto maligno- solo una malalingua, l’interpretazione secondo cui questo protocollo si è concretizzato per la “casualità” che vede il papà del Sindaco caposquadra di Calabria Verde e il figlio Sindaco? E sarà stato casuale, essendo noto che padre e figlio citati, nel corso della passata consiliatura, il primo era sempre il caposquadra di Calabria Verde e il secondo Consigliere comunale di opposizione?
Perché se così fosse -ecco il sospetto dei malpensanti- si potrebbe, e rimarco si potrebbe, concludere che la lotta politica dei fronti contrapposti può avvenire a scapito dei servizi al cittadino Cletese, no?
Se così fosse sarebbe davvero brutto! Ma non lo sapremo mai, perché il Lui Sindaco e relativo genitore, se interpellati, non lo ammetterebbero neanche sotto tortura e quindi mettiamoci l’anima in pace.
Però qualcuno potrebbe sapere la verità… e magari, al caso, arrossire un po’ per la vergogna… ma anche in questo caso non lo sapremo mai con certezza e quindi rimettiamoci l’anima in pace!

Ora,

è stata presentata


La Soprintendenza di Cosenza chiede spiegazioni al Comune di Cleto circa l’abbandono in cui versa il castello del centro storico del capoluogo, come denunciato nei giorni scorsi

La SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGIA BELLE ARTI E PAESAGGIO PER LA PROVINCIA DI COSENZA, a seguito dell’attività di Sindacato ispettivo svolta il 18 febbraio 2023 presso il Castello del centro storico del capoluogo di Cleto, e a seguito dell’esposto di Marco Marchese, HA RICHIESTO URGENTI CHIARIMENTI ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, circa lo stato di abbandono in cui versa il cantiere, attraverso la lettera che qui rendiamo pubblica.

Si possono consultare su questa vicenda questi post, perché i nodi vengono al pettine:
È vergognoso come si è lasciato ridurre il Castello di Cleto, il bene più significativo di questa comunità!
Al Sindaco di Cleto, Armando Bossio, dico: BASTA CON FESTE E FESTICCIOLE! COMINCIA A PENSARE ALLE COSE IMPORTANTI!
La minoranza in Consiglio comunale, a Cleto, deve sopperire alle carenze del Sindaco e dell’amministrazione comunale. Tocca anche questo!

Auspichiamo che:


La minoranza in Consiglio comunale, a Cleto, deve sopperire alle carenze del Sindaco e dell’amministrazione comunale. Tocca anche questo!

Ottimo, caro Giuseppe Filice, hai fatto bene a scrivere; perché qui abbiamo l’amministrazione comunale che non vigila e una ditta che esegue i lavori che ha ridotto il bene più importante posseduto dalla nostra comunità quasi ad una discarica.

Riassumendo:

leggi questo articolo per maggiori dettagli sulla vicenda;

– Castello del centro storico di Cleto capoluogo interessato da interminabili lavori, con ditta esecutrice che riduce l’area all’abbandono più totale;
– Sindaco e amministrazione comunale, quali proprietari del bene e committenti dei lavori, che non vigilano; forse perché le feste di carnevale e i balli in salsa sudamericana sono ritenuti più importanti e interessanti;
– denuncia alla soprintendenza e al nucleo tutela del patrimonio culturale dei Carabinieri, da parte di un cittadino;
– messa in mora della ditta che sta eseguendo i lavori, ma non da parte di chi avrebbe dovuto, ovvero il Sindaco, ma dalla minoranza in Consiglio comunale.

Ognuno a questo punto potrà farsi una libera opinione sulla vicenda. Intanto,


Presentata un’interrogazione a risposta scritta al Sindaco di Cleto, sulla riqualificazione dell’area “Fontana di Cece” e relativa area pic nic

Un punto qualificante del programma elettorale del Sindaco di Cleto, Armando Bossio, era rappresentato dalla riqualificazione della fontana di Cece e della rispettiva area pic nic. Bene, su questo nulla da ridire, se non che questo argomento era diventato quasi un’ossessione; fatti loro.

L’ossessione e l’entusiasmo per essere diventati amministratori comunali li aveva spinti nel pieno inverno 2021-2022 a fare un intervento di sfalcio d’erba, pulizie e tante coccole (mentre tante altre parti del territorio comunale ne avevano urgente e più bisogno) su quest’area, scomodando addirittura gli operai di Calabria Verde, ma in un periodo come se al freddo e col vento, ci fossero frotte di persone desiderose di andare a grigliare sotto la pioggia.

La poetica romantica del Sindaco Bossio non ci ha nemmeno risparmiato il racconto di un episodio strappalacrime, affidato ai social: quello del ciclista avventore che si ferma presso la fontana di Cece, ammirandone la riqualificazione, mentre il Sindaco si dissetava sorseggiando un po’ di fresca acqua, e il ciclista, ammirato, gli parla dello stupore e della meraviglia e tanti complimenti al Sindaco che ha realizzato questa bella cosa, mentre il Lui Sindaco non svelava la propria identità che con modestia nascose, fin anche, grazie alla barbuta guancia, persino una lacrima che scivolò solitaria fino al collo.

PECCATO,


Vogliamo sapere dal Sindaco di Cleto se ha adempiuto ai suoi doveri in materia di PROTEZIONE CIVILE a tutela della sicurezza dei cittadini Cletesi.

FINO A QUANDO NON SUCCEDE NIENTE TUTTO VA BENE, ma se capita…
NON CI POSSIAMO AFFIDARE ALLA FORTUNA!
Con Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza, qui a CLETO, ragionavamo sui precisi DOVERI DEL SINDACO E DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE IN TEMA DI PROTEZIONE CIVILE.
È bene ricordare che il territorio Cletese non è estraneo a:
RISCHIO IDROGEOLOGICO (ALTO)
RISCHIO SISMICO (ALTO)
RISCHIO DI INCENDIO BOSCHIVO (ALTO)
Il Decreto Legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 in materia di PROTEZIONE CIVILE, impone al SINDACO e ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PRECISI DOVERI, abbiamo, quindi, elaborato la seguente interrogazione a risposta scritta per conoscere quali sono i piani di emergenza programmati dal Comune a TUTELA DELLA SICUREZZA DEI CITTADINI CLETESI.

Ecco il testo:


Al Sindaco di Cleto, Armando Bossio, dico: BASTA CON FESTE E FESTICCIOLE! COMINCIA A PENSARE ALLE COSE IMPORTANTI!

Con il mio Amico e Compagno di avventure politiche Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza qui a Cleto, ce la stiamo mettendo tutta per stimolare l’amministrazione comunale affinché si desti dal torpore rispetto alle cose importanti, lasciando il passo ALLE COSE IMPORTANTI, invece di veicolare gli unici sforzi profusi fino adesso dall’amministrazione comunale nell’organizzare feste e festicciole, che vanno anche bene, ma solo dopo aver fatto almeno, contemporaneamente, LE COSE IMPORTANTI per risolvere i gravi problemi che attanagliano la comunità Cletese. Problemi che elenco a titolo esemplificativo ma non esaustivo:

– riapertura strada provinciale
– ripristino del servizio dell’asilo comunale
– rispristino dei servizi degli uffici comunali
– piano amianto
– tutela dei beni pubblici, in particolare del castello del centro storico del capoluogo
– trasparenza amministrativa
– aggiornamento del sito internet comunale
– cantierizzazione dei lavori pubblici
– ripristino dei progetti del servizio civile
– verifica della corretta esecuzione dei lavori presso il cimitero
– riapertura delle piazze al traffico veicolare

Ricordo al Sindaco


Le infezioni della politica devono essere battute con la buona e lungimirante politica

L’infezione della malapolitica del circondario, pur trattandosi di un Comune limitrofo a Cleto, ovvero Aiello Calabro, riguarda direttamente la nostra comunità, poiché, e questo è bene ricordarlo, l’On. Iacucci (leggete l’articolo in foto per capire di che si sta parlando per chi non è della zona) ex Sindaco pluridecennale di Aiello e ora Consigliere regionale, è il padre putativo, in senso figurato, del Sindaco di Cleto, Armando Bossio. Questa cosa non è una diceria o una “malalingua”, ma


La desertificazione dei servizi comunali a Cleto colpisce anche gli uffici comunali, accompagnati da tante lamentele dei cittadini

Il lento depauperamento dei servizi comunali, qui a Cleto, sta colpendo anche gli uffici municipali, uffici sempre più vuoti, mentre montano le lamentele dei cittadini. Bene ha fatto, Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza, a presentare questa interrogazione al Sindaco, per chiedere conto della desertificazione degli uffici comunali.

Ecco il testo:


È vergognoso come si è lasciato ridurre il Castello di Cleto, il bene più significativo di questa comunità!

L’amministrazione comunale di Cleto, guidata dal Sindaco Armando Bossio, nel gridare ai quattro venti a quanto ci tengono alla tutela e alla valorizzazione dei castelli di Cleto, lasciando perfino intendere come se il castello del capoluogo fosse aperto al pubblico (ricordiamo la massiccia e fuorviante campagna pubblicitaria della scorsa estate “Il Comune dei due Castelli”) permettono che il castello del centro storico del capoluogo, interessato da interminabili lavori di cui non si intravede la fine, versi nello stato di abbandono come documentato dalle fotografie scattate ieri pomeriggio, nel corso delle attività di Sindacato Ispettivo svolte da Giuseppe Filice, nella sua qualità di Consigliere comunale. UNA VERGOGNA!!!

È UN PO’ COME SE IO INGAGGIASSI UNA DITTA PER RISTRUTTURARE CASA MIA, E POI ME NE FREGO SE QUESTI MI RIDUCONO LA CASA A TOTALE ABBANDONO!!!

Ora, mi chiedo se il Sindaco, che trova certamente il tempo per i balli latino-americani in piazza per festeggiare il carnevale e fra una partita di pallone e l’altra, da guardare nel suo Bar preferito, riesca a trovare un briciolo di tempo per occuparsi anche di queste cose?

Intanto, alla luce dei fatti, ho deciso di presentare un esposto/denuncia al Nucleo Tutela Patrimonio dei Carabinieri e alla soprintendenza ai beni culturali di Cosenza.

Ecco l’attività svolta da Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza a Cleto:


Mentre il Sindaco di Cleto balla il Latino-Americano in Piazza, la strada provinciale che spezza il Paese in due resta senza provvedimenti risolutivi

A Cleto, mentre il Sindaco Armando Bossio e l’Amministrazione comunale festeggia il carnevale, in piazza, con musica e balli in machera, coriandoli e un certo che di poca gente, a giudicare dai video pubblicati sul canale Facebook del Comune;
con tanto di raccolta fondi e patrocinio dell’Ente, cosa che va BENISSIMO, ma solo nella misura in cui la stessa Amministrazione dedicasse altrettanti sforzi, tempo e la dedizione che meritano i gravi problemi che insistono sul territorio comunale;
APPUNTO:


Lettera di Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza a Cleto, alla Presidente della Provincia, sull’interruzione della strada Provinciale a Cleto in località mulino-Porta Forgia.

L’interruzione della strada provinciale 52 Cleto centro in località Mulino Porta Forgia, ma anche le condizioni della Provinciale che collega Cleto a Campora San Giovanni (oggetto di specifica interrogazione al Sindaco, nei giorni scorsi) sono uno dei problemi gravi che affliggono la nostra comunità Cletese da lungo tempo. In attesa che il Sindaco si esprima rispondendo all’interrogazione formalmente presentata, bene ha fatto Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza, a scrivere alla Presidente della provincia di Cosenza, poiché l’Ente provinciale non è estraneo a responsabilità e a doverosi interventi, che sono urgenti.

Ecco il testo della lettera:


All’amministrazione comunale di Cleto importa solo di feste, festicciole e del carnevale edizione 2023!

POI SI LAMENTANO PERCHE’ UNO BRONTOLA SEMPRE…!

provate ad andare sul sito del Comune di Cleto:
http://www.comunedicleto.it/index.php
oppure
http://comune.cleto.cs.it/

tutti e due gli indirizzi ufficiali dell’Ente comunale puntano correttamente sullo stesso sito internet, dopo avergli segnalato che sul primo link per una decina di mesi nessuno si era ricordato di aggiornare le informazioni determinate dal cambio del Sindaco e relativa amministrazione, fin dal 4 ottobre 2022;

Qualcuno ha rimediato, ma maldestramente, poiché oggi, e a distanza di 16 mesi


Presentata interrogazione al Sindaco di Cleto sul Piano Comunale Amianto a tutela della salute dei cittadini. Siamo a posto?

Questa sera parliamo di amianto. Ragionavo col mio Amico e compagno di avventure politiche Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza qui a Cleto, sul problema della presenza sul territorio comunale di numerosi manufatti contenenti amianto. Come noto questi materiali costituiscono un gravissimo problema per la salute umana e il nostro territorio comunale non è estraneo alla presenza di eternit, canne fumarie e altri elementi che contengono amianto; quindi è utile ma oltremodo necessaria l’interrogazione al Sindaco, per chiedere lo stato dell’arte del Piano Comunale Amianto, obbligatorio per legge, a tutela della salute dei cittadini Cletesi.

Ecco il testo dell’interrogazione:


Presentata interrogazione al Sindaco di Cleto circa il progetto “Borghetto dello sport” a garanzia che il progetto non possa diventare un incubo.

Ha fatto benissimo il mio Amico e compagno in politica, Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza, qui a Cleto, a presentare un’interrogazione a risposta scritta al Sindaco, per chiedere chiarimenti sul progetto per la realizzazione del “Borghetto dello sport”. Progetto senza dubbi interessante, ma la richiesta di Giuseppe Filice è oltremodo opportuna, poiché è necessario evitare errori di progettazione che potrebbero far diventare un progetto utile e interessante un incubo, se, per esempio, non venisse scelto adeguatamente il luogo per realizzarlo. In ballo potrebbero esserci pastoie burocratiche tali da affossare l’intero progetto, difficoltà nella sua realizzazione, problemi nell’usabilità degli impianti, con dispendio di risorse pubbliche. È bene chiarire questi aspetti per prevenire spreco di pubblici denari e garantire che non ci sia il rischio che diventi una delle “incompiute all’italiana” disseminate ovunque, sul territorio nazionale.

Ecco il testo:


Omaggiato il Sindaco di Cleto con una orchidea di rara bellezza accompagnata da un kiwi.

Mi auguro che il Sindaco di Cleto apprezzi il gesto mio e di Giuseppe Filice, ma sono sicuro di sì, con la speranza che voglia condividere, con senso di reciprocità.
Ecco il gesto:
Con spirito sereno, consegnata al Sindaco di Cleto, Armando Bossio, una orchidea di rara bellezza, accompagnata da un kiwi; in attesa, fiduciosi, di cortesi riscontri alle recenti e diverse interrogazioni nell’interesse della comunità Cletese.

Orchidea

Presentata interrogazione al Sindaco di Cleto sull’interruzione del servizio Asilo Nido e sul contenzioso scaturito con la cooperativa che gestiva la Nido

È indiscutibile l’utilità sociale dell’asilo comunale, purtroppo, qui a Cleto, il servizio non è più in funzione da giugno 2022, si sono perse anche alcuni posti di lavoro e si è aperto un contenzioso fra la cooperativa che lo gestiva e l’amministrazione comunale. A tal riguardo è stata presentata una interrogazione a risposta scritta al Sindaco di Cleto da parte del Consigliere comunale di minoranza Giuseppe Filice.

Ecco il testo:


Presentata una interrogazione a risposta scritta al Sindaco di Cleto circa il bando e la progettualità del servizio civile

Il mio caro Amico Giuseppe Filice, discutendo con lui sul lento ma progressivo depauperamento dei servizi erogati dal Comune di Cleto (vedi chiusura dell’asilo), ha presentato un’interrogazione al Sindaco per avere chiarimenti circa il recente bando per il servizio civile, che pare escluda il progetto che si è svolto negli anni scorsi e che ha coinvolto gli anziani cletesi, che a loro volta avevano molto apprezzato.
Ecco il testo:


Con le norme sulla trasparenza, il Comune di Cleto è in regola?

La trasparenza nella pubblica amministrazione è fondamentale per contrastare fenomeni corruttivi e per valutare l’operato degli amministratori. Con Giuseppe Filice, ragionando e analizzando il sito internet istituzionale del Comune di Cleto, abbiamo riscontrato numerose carenze rispetto alle norme di legge e ringrazio Giuseppe per aver presentato la seguente interrogazione a risposta scritta rivolta al Sindaco di Cleto.
Ecco il testo dell’interrogazione:
Oggetto: interrogazione a risposta scritta (art. 24 statuto comunale) sul riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, di cui il DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013, n. 33.


Poste, un affarone all’italiana

Nel 2019 Poste Italiane hanno dichiarato un utile di 1,3 miliardi di euro, nel 2020 di 1,1 e nel 2021 di 1,6 (fonte Corriere della Sera), quindi, solo nell’ultimo triennio per complessivi 4 miliardi di euro.
Come è noto i servizi di sportello e quelli del recapito, nei piccoli Comuni, nelle aree interne e in particolare al sud, sono stati progressivamente depauperati. Molti uffici con attrezzature vetuste, lunghe code e disservizi, sporchi, olezzanti di muffa, oltre ad una carenza cronica di personale che fa quello che può. Nei piccoli Comuni, spesso, l’ufficio postale è aperto solo a giorni alterni e, ad esempio, dove abito, un postamat è stato installato solo da scarsi due anni.
Giovedì 30 è stato presentato un progetto faraonico (sì, interessante e utile per i cittadini dei Comuni al di sotto dei 15.000 abitanti, ma, naturalmente, a condizione di farlo funzionare bene!). Il nuovo modello d’ufficio si Chiama Polis, lo si può visionare in internet, alla presentazione una frotta di Sindaci, deliziati dalla retorica discorsiva del Presidente Mattarella, del Presidente del Consiglio Meloni e di altri comprimari.


Presentata interrogazione all’amministrazione comunale di Cleto sui lavori eseguiti presso il cimitero

Continua l’attività di sindacato ispettivo da parte del mio caro Amico Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza (Lista Insieme per Cleto), con il quale sui temi legati alla politica cletese ci confrontiamo quotidianamente.
La funzione di sindacato ispettivo è un importante compito che la legge statale e i regolamenti comunali affidano ai Consiglieri comunali, di portata ancora più significativa quando questa funzione è esercitata dalla minoranza.
Questa interrogazione si aggiunge alle altre due presentate nei giorni scorsi sulle condizioni della strada provinciale che collega Cleto a Campora San Giovanni e sulle isole perdonali permanenti che insistono sulle due piazze principali del Comune.
Questa volta si chiede all’amministrazione di relazionale sulle condizioni del cimitero, alla luce dei lavori recentemente eseguiti e completati. Interrogazione che personalmente ritengo di somma utilità e opportuna, per verificare se i soldi pubblici, peraltro in questo caso specifico recuperati attraverso un mutuo che il Comune dovrà rimborsare per molti anni a venire, siano stati spesi bene, con efficacia, e se i lavori sono stati eseguiti come previsto dai contratti.

Ecco il testo:


Presentata un’interrogazione a risposta scritta al Sindaco sulle condizioni delle strade provinciali 52 e 54 che collegano Cleto a Campora San Giovanni.

Nel discuterne, con l’ottimo Giuseppe Filice, sono pienamente d’accordo con l’interrogazione a risposta scritta che ha presentato e rivolta al Sindaco di Cleto, per conoscere quali iniziative nel tempo ha posto in essere e quali iniziative intenderà assumere l’amministrazione a tutela della sicurezza stradale e quindi dell’incolumità delle persone che viaggiano sulle provinciali che collegano Cleto a Campora San Giovanni, poiché versano in condizioni pessime, oltre al tratto chiuso causa movimento franoso appena sotto il centro storico.
L’Ente provinciale da molti anni continua a trascurare questi tratti stradali facendo meno del minimo necessario, questo collegamento percorso da tutta la comunità cletese è pericoloso e lo è ancora di più in condizioni meteo avverse.
Anche io resto in fiduciosa attesa di risposte.

Ecco il testo:


Presentata interrogazione sulle aree pedonali delle piazze principali di Cleto

Sono d’accordo con Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza a Cleto: la trasformazione delle Piazze principali di Cleto ad isola pedonale, per tutto l’anno, decisa dall’amministrazione comunale, è inutile nel periodo autunnale e invernale, ma soprattutto dannosa per le attività commerciali che vi insistono, e sortisce l’effetto opposto che la misura voleva raggiungere, ovvero favorire la socialità dei cittadini residenti che oltre a manifestare un certo disappunto e malumore, si sentono scoraggiati dal frequentare questi luoghi. L’esperimento è stato fatto, non è riuscito, pace; che si ripristini la possibilità di parcheggiare nelle suddette piazze e vedremo immediatamente che molte persone ricominceranno a frequentarle. Poi, quando arriverà la bella stagione, come dimostrato dall’esperienza appena trascorsa nella passata estate, si ripristinino le isole pedonali, quando sarà anche piacevole fare due passi per andare a prendere un caffè in piazza.


Spreco di denari pubblici nella riqualificazione dell’area di Cece, qui a Cleto – 22 ottobre 2022

La riqualificazione dell’area di Cece, qui a Cleto, punto qualificante del programma amministrativo del Sindaco Armando Bossio, è stata una di quelle operazioni partita con le migliori intenzioni, eseguita male, e finita peggio, in barba a tutti gli ululati verso la luna contro gli sprechi dei soldi pubblici, che in questo caso lui stesso, in qualità di massimo esponente politico e amministrativo del Comune, nella sua qualità di Sindaco, ha fatto; dimostrando nuovamente scarse doti di buona e oculata amministrazione, veri e concreti sprechi delle poche risorse pubbliche, e scarsa capacità progettuale. Tutti i dettagli qui nel video.


Li stiamo incalzando, ma non c’è verso – 01/10/2022

Facebook mi ricorda il comizio di un anno fa. Li stiamo incalzando da un anno sui danni prodotti, sugli errori, sulle scelte sbagliate, sulla disinformazione, sui falsi d’autore, sulla loro arroganza, sulle loro presunzioni, sui progetti futuri, sulle carte che non ti danno, sulle interrogazioni alle quali non rispondono, sulle mancanze, sui progetti che hanno in animo per verificare di che risma e qualità sono… ecc… ecc… ecc… MA NIENTE! NON C’E’ VERSO.
Sono capaci solo di agitarsi quando tocchi i punti dolenti e reagiscono con male parole, offese personali, inseguimenti, provocazioni. AVEVAMO RAGIONE. Ma non basta avere ragione, continueremo ad incalzarli per cercare di contenere i danni.


Per la politica Cletese mi sto rovinando, arrivata una richiesta di risarcimento milionaria – 01/10/2022

MI È ARRIVATA UNA RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI MILIONARIA, NON IMMAGINERETE MAI DA PARTE DI CHI, IO PER LA POLITICA CLETESE MI STO ROVINANDO. Dai, vi spiego tutto nel video. Poi, vi ricordo che per le più recenti altre puntate potete scorrere i post qui sotto. BUONA VISIONE.


Gli amministratori di Cleto sono solo dei beceri squadristi violenti – 30/09/2022

ASCOLTATELO STO MINUTO DI VIDEO… SPERO CHE SIA GUARDATO DA MOLTI E ANCHE NEL CIRCONDARIO PER TENERE A MENTE CON CHI ABBIAMO A CHE FARE QUI A CLETO E CHI ABBIAMO PER AMMINISTRATORI!!! CHE VERGOGNA!!! CHE INADEGUATA QUESTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI CLETO CHE AD UN CERTO PUNTO SI METTE AD URLARE COME UNA MATTA!!! UN CONSIGLIO COMUNALE FATTO AD ARTE PER VIOLARE I DIRITTI DELLA MINORANZA, ORGANIZZATO A PUNTINO FIN DALLA CONVOCAZIONE. E POI UNA BANDA DI SUPPORTER CHE IMPERVESANO SUI SOCIAL TACCIANDO QUALE BULLO GIUSEPPE FILICE, AL QUALE VA TUTTA LA MIA SOLIDARIETA’ PER LE AGGRESSIONI VERBALI CHE LUI HA SUBITO E NON ALTRI… DA PARTE DI UN’AMMINISTRAZIONE COMUNALE SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI PERCHE’ INCAPACE DI RISPONDERE DELLE RESPONSABILITA’ ATTRIBUITEGLI. SIETE DEI VIGLIACCHI E DEI VIOLENTI, A COMINCIARE DAL SINDACO BOSSIO CHE DIMOSTRA DI ESSERE SOLO UN BECERO SQUADRISTA.


Zero trasparenza e correttezza al Comune di Cleto – 27 settembre 2022

La TRASPARENZA sta al Sindaco di Cleto ARMANDO BOSSIO e alla presidente del Consiglio comunale MARIA BRIGLIO NIGRO, COME UNA SPRUZZATA DI SUCCO DI LIMONE ACERBO SU UNA BELLA E SUCCULENTA LASAGNA!!!
Ma dico io… “cumi si fa”: questi convocano il consiglio comunale in violazione del regolamento del consiglio comunale, oggi 27 settembre per dopodomani 29 settembre, senza mandare nessuno avviso ai consiglieri di minoranza, senza inviare loro nessun documento sui punti all’ordine del giorno, PUBBLICANDO UN AVVISO SU UN ALBO PRETORIO CHE NON PUO’ ESSERE RAGGIUNTO PERCHE’ IL SITO UFFICIALE DEL COMUNE DI CLETO SONO MESI CHE NON E’ ONLINE E SENZA CHE SI SIA SAPUTO IL PERCHE’!!!


Chi è il Compare del Sindaco di Cleto, Armando Bossio? – 23 settembre 2022

Sì, caro Giuseppe, tutte le indicazioni ci portano a concludere che Armando Bossio, il nostro Sindaco di Cleto, è eterodiretto da Iacucci, già Sindaco di Aiello Calabro fin dai tempi antichi, già presidente dell’ente provinciale di Cosenza e adesso Consigliere regionale. Un vero padrino, per Armando Bossio, NON nel senso criminale del termine, ma nel più classico padre putativo, INSOMMA “NU’ CUMPARI” come quello che nella tradizione della Chiesa Cattolica Apostolica Romana ti fa da padrino nell’atto del battesimo.
MA QUANDO MAI SI POSSONO SENTIRE CERTE PAROLE DI ARMANDO BOSSIO IN CONSIGLIO COMUNALE, L’INCENSAMENTO DEL SUO PADRINO (MANCO FOSSE MORTO E PER CARITA’ GLI AUGURIAMO COME MINIMO ALTRI CENT’ANNI DI VITA A IACUCCI), RICORDANDO AL BATTEZZANDO BOSSIO CHE QUANDO SI FA IL SINDACO CI SI SVESTE UN POCHETTO DEL PROPRIO RUOLO POLITICO DI PARTE E SI TIENE IN CONSIDERAZIONE CHE SI DIVENTA IL SINDACO DI TUTTI. E SE POI SCOPRI CHE HAI UN SINDACO ETERODIRETTO DAL SUO COMPARE CHE SI FA’?


Fake news comunali, lo dicono le loro stesse immagini che pubblicano – 20 settembre 2022

Questa è proprio l’immagine giusta e corretta a corredo del post pubblicato sulla pagina ufficiale del Comune di Cleto di poco fa: FAKE NEWS COMUNALI. (OH! L’HANNO PROPRIO PUBBLICATA LORO…)
1) Come sempre i post divulgati da parte dell’amministrazione non sono mai firmati; nessuno sa il processo amministrativo che ci sta dietro; lo imputiamo, quindi, al massimo responsabile dell’azione amministrativa municipale e quindi al Sindaco Armando Bossio.
2) Tutta l’elencazione delle cose fatte per la scuola, qui a Cleto, sono cosette di ordinaria amministrazione e CI MANCHEREBBE PURE CHE NON L’AVESTE FATTE!!! Per cortesia smettetela di spacciare cosucce ordinarie come imprese titaniche svolte oltre le colonne d’Ercole… Per cortesia…


Il Sindaco di Cleto, Armando Bossio, comincerà ad allevare piccioni viaggiatori, per ovviare al problema del taglio dei costi e quindi dover staccare i telefoni dai plessi scolastici – 19 settembre 2022

Hai proprio ragione, caro Giuseppe Filice, è un anno che l’amministrazione guidata dal Sindaco ARMANDO BOSSIO, non riesce ad infilarne una buona. O si tratta di scelte sbagliate, o si tratta di cose fatte piuttosto male. Riconosco una sola cosa fatta bene: i QR code sparsi per i nostri borghi, multiligue e che raccontano la storia nei punti salienti del nostro bello ma “mali patuto” Comune. Ma adesso cosa andranno a raccontare a scolari e genitori? Di farsi un giro per il paese col telefonino a caccia di QR code e passare il tempo a leggere le spiegazioni in cinque lingue?


Sindaco Bossio, ti propongo un confronto pubblico – 16 settembre 2022

Caro Sindaco di Cleto ARMANDO BOSSIO, le carte bisogna saperle leggere e tu lo sai, poi bisogna prendersi la briga di analizzare bene su cosa vertono le contestazioni (anche questo lo sai benissimo), ma siccome tutto ciò è faticoso e bisogna applicarsi, è chiaro che hai gioco facile con la tua piccola compagnia di giro CHE LE CARTE TE LE CONDIVIDE DAL PROFILO FACEBOOK DEL COMUNE, SENZA FARE IL LAVORO


Armando Bossio, Sindaco di Cleto, candidato per il “Pinocchio d’oro” – 15 settembre 2022

I CHIARIMENTI DI STAMANE, DEFINITI DOVEROSI, DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CLETO, NON FANNO ALTRO CHE CONFERMARE LA LINEA ADOTTATA DAL SINDACO ARMANDO BOSSIO, CHE SI RIASSUME COSI’: mentire, nascondere, disinformare, dissimulare, non raccontarla giusta… a tutti i costi. Qui, di doveroso, c’è solo una cosa: VERGOGNARSI!!!

APRITE BENE LE ORECCHIE CARI AMMINISTRATORI COMUNALI E RIASCOLTATE IL MIO VIDEO DI IERI, INVECE DI MENARE IL CAN PER L’AIA, PERCHE’ E’ CHIARO E PRECISO E ASSUMETEVI LE DOVUTE RESPONSABILITA’ DI SCELTE SBAGLIATE DETTATE DALLA ENORME PRESUNZIONE CHE CARATTERIZZA IL MODO DI AMMINISTRARE QUESTA COMUNITA’.


SUL CASTELLO DI SAVUTO (CLETO), IL MARKETING DEL SINDACO ARMANDO BOSSIO, HA PRODOTTO RISULTATI DEL TUTTO FALLIMENTARI E NON ALTRO.

CASTELLO DI SAVUTO (CLETO): IL MARKETING TERRITORIALE PER IL LANCIO DEL BRAND “IL COMUNE DEI DUE CASTELLI” DEL 2022, REALIZZATO DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, CHE DOVEVA RILANCIARE …

La proposta alternativa e di mediazione avanzata al Sindaco di Cleto, sulla chiusura delle piazze principali di Cleto, rese isola pedonale permanente per tutto l’anno.

Nel video, la nostra proposta alternativa e di mediazione, alla chiusura tutto l’anno delle piazze cletesi (Moro e Amendola) rese ad isole pedonali permanenti; utilissime …

LE INEFFICIENZE DELLA GIUNTA COMUNALE DI CLETO, GUIDATA DAL SINDACO ARMANDO BOSSIO, CIRCA LA CHIUSURA DELLA STRADA CHE SPEZZA IL PAESE IN DUE.

Sulla chiusura della strada provinciale che spezza in due in Comune di Cleto, i ritardi del Sindaco Armando Bossio e della sua Giunta, gli errori …

A causa del comportamento del Sindaco di Cleto, COMPROMESSA LA SICUREZZA DELL’UFFICIO POSTALE E LA PRIVACY DEI CORRENTISTI

COMUNICATO STAMPA Presentato un esposto/denuncia da Giuseppe Filice e Marco Marchese, del gruppo politico Insieme per Cleto, per chiedere alle Autorità preposte (Direzione Generale e …

A grande richiesta ritornano i video sulla politica Cletese, in particolare sulla pazza e scellerata amministrazione guidata dal Sindaco Armando Bossio.

A grandissima richiesta riprendiamo ad utilizzare i video per spiegare agli amici, vicini e lontani, la politica cletese e cosa si muove nel palazzo comunale …

Caro Sindaco di Cleto, Armando Bossio, dopo 17 mesi gli alibi sono finiti tutti, ora è il momento di AGIRE!

Sebbene non esista una norma che obblighi alla pubblicazione dello statuto comunale sul sito internet dell’Ente, dalle buone prassi amministrative ci si aspetterebbe che questo …

Ma cosa ne è stato del protocollo di intese fra Calabria verde e Comune di Cleto? E dove sono finiti gli operai?

È stata presentata un’interrogazione al Sindaco di Cleto sul protocollo d’intesa con Calabria Verde. Questa è una storia che affonda radici lontane nel tempo, poiché …

La Soprintendenza di Cosenza chiede spiegazioni al Comune di Cleto circa l’abbandono in cui versa il castello del centro storico del capoluogo, come denunciato nei giorni scorsi

La SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGIA BELLE ARTI E PAESAGGIO PER LA PROVINCIA DI COSENZA, a seguito dell’attività di Sindacato ispettivo svolta il 18 febbraio 2023 presso il …

La minoranza in Consiglio comunale, a Cleto, deve sopperire alle carenze del Sindaco e dell’amministrazione comunale. Tocca anche questo!

Ottimo, caro Giuseppe Filice, hai fatto bene a scrivere; perché qui abbiamo l’amministrazione comunale che non vigila e una ditta che esegue i lavori che …

Presentata un’interrogazione a risposta scritta al Sindaco di Cleto, sulla riqualificazione dell’area “Fontana di Cece” e relativa area pic nic

Un punto qualificante del programma elettorale del Sindaco di Cleto, Armando Bossio, era rappresentato dalla riqualificazione della fontana di Cece e della rispettiva area pic …

Vogliamo sapere dal Sindaco di Cleto se ha adempiuto ai suoi doveri in materia di PROTEZIONE CIVILE a tutela della sicurezza dei cittadini Cletesi.

FINO A QUANDO NON SUCCEDE NIENTE TUTTO VA BENE, ma se capita…NON CI POSSIAMO AFFIDARE ALLA FORTUNA!Con Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza, qui a …

La desertificazione dei servizi comunali a Cleto colpisce anche gli uffici comunali, accompagnati da tante lamentele dei cittadini

Il lento depauperamento dei servizi comunali, qui a Cleto, sta colpendo anche gli uffici municipali, uffici sempre più vuoti, mentre montano le lamentele dei cittadini. …

È vergognoso come si è lasciato ridurre il Castello di Cleto, il bene più significativo di questa comunità!

L’amministrazione comunale di Cleto, guidata dal Sindaco Armando Bossio, nel gridare ai quattro venti a quanto ci tengono alla tutela e alla valorizzazione dei castelli …

Mentre il Sindaco di Cleto balla il Latino-Americano in Piazza, la strada provinciale che spezza il Paese in due resta senza provvedimenti risolutivi

A Cleto, mentre il Sindaco Armando Bossio e l’Amministrazione comunale festeggia il carnevale, in piazza, con musica e balli in machera, coriandoli e un certo …

Lettera di Giuseppe Filice, Consigliere comunale di minoranza a Cleto, alla Presidente della Provincia, sull’interruzione della strada Provinciale a Cleto in località mulino-Porta Forgia.

L’interruzione della strada provinciale 52 Cleto centro in località Mulino Porta Forgia, ma anche le condizioni della Provinciale che collega Cleto a Campora San Giovanni …

All’amministrazione comunale di Cleto importa solo di feste, festicciole e del carnevale edizione 2023!

POI SI LAMENTANO PERCHE’ UNO BRONTOLA SEMPRE…! provate ad andare sul sito del Comune di Cleto:http://www.comunedicleto.it/index.phpoppurehttp://comune.cleto.cs.it/ tutti e due gli indirizzi ufficiali dell’Ente comunale puntano …